Rende un inferno la vita di una 40enne: arrestato per stalking

L'uomo aveva incontrato la donna casualmente per strada: da lì appostamenti, scenate, violenze per mesi. Fermato dai carabinieri

E' possibile invaghirsi "alla morte" di una donna incontrata casualmente per strada? Evidentemente sì. E' così, infatti, che un piacentino 45enne ha incontrato la propria "vittima", una donna di 40 anni, passeggiando per le vie del centro. Un "amore platonico" che è diventato malato, persecutorio, violento, assurdo. Ed è finito con l'arresto del piacentino per stalking in flagrante con l'intervento dei carabinieri.

UN INCONTRO CASUALE - Tutto ha inizio lo scorso maggio. I due s'incontrano casualmente per strada in città. L'uomo nota l'avvenenza della signora (separata con figli), e l'approccia. Inizialmente con frasi di circostanza e di cortesia, poi in modo sempre più marcato. Fa in modo d'incontrarla sempre. La 40enne se ne accorge, e lo invita a lasciar perdere, che non è il caso. Qui, come succede pedissequamente nei casi di stalking, l'uomo "impazzisce". E diventa il suo incubo.

UN INCUBO - Scopre dove vive, dove lavora, prende informazioni su di lei. "Devi essere mia", le dice spesso. In qualche modo, riesce ad avere anche il suo numero di cellulare. La segue nel tragitto dalla casa al lavoro, la ferma, trova pretesti per parlarle, la chiama decine di volte al giorno. Arriva a tagliarle la strada mentre sono in auto, per costringerla a fermarsi e a starle vicino. La donna scoppia, e va in questura a formalizzare una denuncia: l'uomo viene ammonito dal questore. Ma questo non serve per fermarlo.

LA VIOLENZA - Le persecuzioni continuano. Arriva a strattonarla, a prenderla con violenza, tanto che la piacentina è costretta a farsi visitare al pronto soccorso, con diverse escoriazioni. E' la goccia che fa traboccare il vaso. La donna, in lacrime, esasperata e distrutta, si rivolge qualche settimana fa per una seconda denuncia ai carabinieri della stazione principale, in via Beverora. Qui i militari analizzano la situazione, e decidono di seguire in borghese l'uomo. Il giorno dopo viene arrestato: il piacentino segue ancora la donna mentre torna dal lavoro e rincasa - nella zona di corso Europa - la ferma e la strattona. Ma ad assistere alla scena ci sono i militari che intervengono immmediatamente, mettendo le manette al 45enne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FINISCE L'INFERNO - Il piacentino non aveva mai avuto problemi con la giustizia, e attualmente era disoccupato. Ora avrà tempo per riflettere sulle ferite - non solo fisiche - causate. La donna, invece, è seguita dagli psicologi specializzati del Centro antiviolenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento