Ottone, la strada per il monte Dego si rifà il look

Nei giorni scorsi il Comune di Ottone ha iniziato una serie di lavori volti alla riqualificazione della strada che conduce al noto monte dell'alta Valtrebbia. Tra gli interventi da attuare, importati lavori di messa in sicurezza con la costruzione di drenaggi

La strada del Monte Dego si rifà il look. Nei giorni scorsi il Comune di Ottone ha iniziato una serie di lavori volti alla riqualificazione della strada che conduce al noto monte dell'alta Valtrebbia. Tra gli interventi da attuare, importati lavori di messa in sicurezza con la costruzione di drenaggi. «Per poter operare - ha spiegato il sindaco Giovanni Piazza - è stato necessario chiudere, con apposita ordinanza, la strada che dal cosiddetto Piano della Prevetta porta alla cappelletta mariana del Monte Dego. Quest'anno, infatti, per la festa della Madonnina del Dego, in programma domenica 20 agosto, avremmo la strada in ordine; tra le persone che devo ringraziare, il Presidente della Provincia Massimo Trespidi per la disponibilità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Madonnina del Monte Dego è molto venerata sia dagli ottonesi che dai pellegrini dei Comuni limitrofi, da Rezzoaglio a Santo Stefano d'Aveto. Già lo scorso anno l'Amministrazione comunale aveva provveduto a alcuni lavori di riqualificazione che quest'anno saranno ultimati e migliorati. «Il Comune - ha continuato il primo cittadino di Ottone - desidera che il Monte Dego divenga un luogo turistico per appassionanti di escursionismo, trekking e mountain bike, oltre che per i pellegrini. Provvederemo anche al posizionamento di idonee aree di sosta per favorire il riposo dei turisti, sul percorso, alla partenza della strada al Piano della Prevetta e nelle aree adiacenti la cappelletta di preghiera. Voglio anche ringraziare Gianni Calamari, commendatore che, da sempre, si è prodigato per la valorizzazione del Monte Dego e della chiesetta, nonchè tutti i volontari delle frazioni di Frassi, Moglia, Fabbrica e Orezzoli che da sempre si adoperano per i tanti lavori di piccola manutenzione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento