rotate-mobile
Cronaca

Tagesmutter, ecco come funzionerà il servizio a Piacenza

Ciclo di incontri in tutta la provincia per illustrare i dettagli del progetto che prevede servizi di cura, sorveglianza e attività educativa presso il loro domicilio a bambini nella fascia 0-14 anni

Partito il tour informativo sulle Tagesmutter (espressione che proviene dal tedesco, significa letteralmente “Mamme di giorno”) le figure che offrono servizi di cura, sorveglianza e attività educativa presso il loro domicilio a bambini nella fascia 0-14 anni. Il ciclo di incontri si snoderà, a tappe, sul territorio piacentino. Il percorso ha preso avvio da Castelsangiovanni nella cornice del centro culturale di via Mazzini. A presentare al nutrito pubblico del capoluogo della Valtidone il servizio è stato il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi che ha sottolineato l’alta valenza sociale dell’iniziativa, inserita nel più ampio progetto dell’Agenzia per la Famiglia promosso dall’Amministrazione provinciale.

«La famiglia – ha detto – funge da ammortizzatore sociale gratuito in un momento, quello attuale, dove la richiesta di servizi aumenta a fronte di un taglio delle risorse. Il servizio Tagesmutter non costituisce un’alternativa ai servizi dedicati all’infanzia tradizionali ma piuttosto una proposta integrativa, in grado di fornire una risposta alle esigenze attuali sempre più diversificate, di creare occupazione e di favorire la conciliazione dei tempi famiglia e di lavoro. La Provincia intende sostenere i Comuni piacentini che a loro volta si dimostreranno più sensibili al progetto».

A scendere nel dettaglio del servizio sono stati Roberto Ceccato, dirigente del Servizio istruzione della Provincia Autonoma di Trento, che ha riportato l’esperienza positiva maturata negli ultimi dieci anni nei comuni intorno al capoluogo del Trentino Alto Adige e Paolo Stefanini, presidente della Fondazione Monsignor Lorenzo Dal ponte, che ha curato il primo corso di formazione delle tagesmutter sul nostro territorio. «E’ un servizio – ha sottolineato Stefanini – calibrato sulle esigenze stesse delle famiglie che richiedono sempre più flessibilità nella risposta ai bisogni. E’ un’esperienza già presente in diversi comuni italiani e molte Regioni hanno contattato la nostra Fondazione per ottenere informazioni sul progetto».

Soddisfatti per l’imminente avvio del nuovo servizio anche il sindaco di Castelsangiovanni Carlo Capelli e l’assessore ai Servizi sociali Donato Capuano, che hanno individuato i punti forti del progetto per un territorio, quello della Valtidone, dove il settore dell’infanzia attrae un’attenzione particolare. «La flessibilità – hanno detto – la capillarità e lo stimolo all’autoimprenditoria femminile, e non solo, rappresentano le giuste basi da cui partire». «Il Comune – ha rilevato ancora Capelli – è pronto a impegnarsi per sostenere l’iniziativa quando ci saranno le condizioni economiche adeguate e nel momento in cui il progetto sarà decollato».

Nove, lo si ricorda, sono gli enti gestori sul territorio piacentino: Ali di farfalle (Piacenza), Agave (Castelsangiovanni), Barbafamiglie (Monticelli), Lumen (San Pietro in Cerro), Baby Club (Piacenza), Casa Morgana Onlus (Piacenza), Centro educativo Oasi (Piacenza), Cooltour (Bobbio) e cooperativa sociale l'Arco (Piacenza). Giovedì 31 maggio l’appuntamento sarà a Piacenza, alle 21 nella sala consiliare del palazzo della Provincia.Promotrice dell’introduzione di queste nuove figure professionali è la Provincia di Piacenza che per il percorso di formazione delle neotagesmutter si è avvalsa della collaborazione della Fondazione Monsignor Lorenzo Dalponte e dell’esperienza della Provincia Autonoma di Trento, pioniere del servizio nel nostro Paese.

In questi giorni le prime tagesmutter si apprestano a concludere il percorso di formazione, ottenendo l'abilitazione a operare come “mamme di giorno”, le prime della provincia. Intanto è aperta la fase di raccolta delle candidature per il secondo corso, che si chiuderà il 18 giugno (per info https://www.provincia.pc.it/pagina.php?IDpag=142&idbox=24&idvocebox=166). All’incontro di giovedì 31 maggio sono invitati tutti, amministratori  autorità e in particolare le famiglie.Al tavolo dei relatori siederanno il presidente della Provincia Massimo Trespidi, Roberto Ceccato e Paolo Stefanini. Nel corso dell’incontro verranno illustrate novità e opportunità del servizio Tagesmutter; all’appuntamento di giovedì farà seguito un calendario di nuovi incontri nei comuni che più si sono dimostrati interessati al nuovo servizio. 
(in basso, il pubblico presente all'incontro)

pubblico incontro tagesmutter csg-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagesmutter, ecco come funzionerà il servizio a Piacenza

IlPiacenza è in caricamento