Tre arresti per l'ennesima rissa in via Torricella: processo rinviato, uno finisce in carcere

Per due il giudice ha disposto il divieto di dimora, mentre un terzo è finito in carcere. Sono stati processati per direttissima, il 17 maggio, i tre giovani africani coinvolti nella rissa di in via Torricella. Si tratta di due nigeriani (uno clandestino) e un senegalese con precedenti

Le forze dell'ordine sul posto

Per due il giudice ha disposto il divieto di dimora, mentre un terzo è finito in carcere. Sono stati processati per direttissima, il 17 maggio, tre giovani africani coinvolti nella rissa di in via Torricella. L’ennesimo episodio che aveva esasperato l’animo dei residenti, costretti a vivere in una zona dove ormai litigi e risse, da parte di diversi immigrati, sono all’ordine del giorno.  Per i due senegalesi, entrambi 22enni, è stato stabilito il divieto di dimora in città, mentre per un 20enne nigeriano è scattato il carcere, in quanto aveva già dei precedenti. Inoltre, il giovane mentre si trovava in questura, dove era stato portato dagli agenti delle Volanti dopo la rissa, aveva dato in escandescenze ed era stato così condotto in carcere. I due senegalesi sono difesi dagli avvocati Alessandra Salvadè e Mara Tutone, mentre il nigeriano è assistito da Veronica Bardugoni. Il giudice Laura Pietrasanta ha accolto la richiesta del pm Sara Macchetta, convalidando l’arresto e disponendo le misure cautelari. Le difese hanno chiesto tempo e il processo è stato rinviato.

LA RISSA - I tre extracomuninatori sono finiti in manette nella serata del 16 maggio. Si sono affrontati in una violenta una rissa in mezzo alla strada in via Torricella fino all'arrivo della polizia e dei carabinieri. A chiamare il 113 sono stati diversi residenti che hanno segnalato i tre stranieri che se le davano di santa ragione in mezzo alla strada. Sul posto sono arrivare due pattuglie della squadra volanti, la polizia stradale e il Radiomobile dei carabinieri. I tre, che non si esclude stessero litigando per motivi legati agli stupefacenti, se la sono quindi presa con le forze dell'ordine, pare anche con minacce di morte verso gli agenti che con fatica hanno riportato la calma. Sul posto è arrivata anche un'ambulanza della Croce rossa per medicare qualcuno che era rimasto ferito nella rissa.

GUARDA IL VIDEO

Cattura-4-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento