Una maglietta arrotolata negli slip: preso il ladro taroccatore

Due ragazzi, cittadini rumeni, sono stati sorpresi a rubare capi d'abbigliamento in un negozio del centro. È successo ieri pomeriggio. Uno di loro, nascosta nei boxer, aveva anche una maglietta, appena sottratta. Ma non sono semplici borseggiatori, a loro carico, un procedimento per contraffazione di carte di credito

Che sulla loro fedina penale ci fosse anche un procedimento penale per contraffazione, gli agenti di Piacenza lo hanno scoperto dopo. Fino al momento in cui, in questura, non hanno fatto gli accertamenti Afis, quei due ragazzi erano per loro dei semplici borseggiatori.

Così, infatti, sono stati smascherati. Perchè ieri pomeriggio, alla riapertura dei negozi, sono stati sorpresi a rubare in un esercizio del centro. Se n'era accorto il titolare, che ha chiamato subito il 113. Loro, sono due ragazzi di nazionalità rumena: hanno 19 e 26 anni. Operando al piano di sopra del negozio, con le tronchesi, si erano scelti i capi appesi, avevano asportato le placche anti – taccheggio e i cartellini e se li erano infilati addosso. Sotto i propri abiti, tanto per non dare nell'occhio.
  Uno dei due aveva anche una maglietta arrotolata e nascosta nei boxer  

Ma gli agenti, li hanno raggiunti prima che potessero darsi alla fuga. Perquisiti, hanno loro trovato addosso le tronchesi, le placche anti-taccheggio e i cartellini, sparsi alla rinfusa nelle tasche. Il più piccolo dei due, poi, era vestito come un salame: sotto i propri pantaloni, si era infilato i jeans che voleva rubare e negli slip, gli agenti gli hanno trovato una maglietta arrotolata.

I due giovani sono stati tratti in arresto con l'accusa di furto e portati in questura. E qui, dal riscontro dattiloscopico con l'archivio Afis, la sorpresa: i ragazzi avevano a carico un procedimento penale per contraffazione di carte di credito, emesso dal Tribunale di Verona insieme ad un mandato di perquisizione.

A casa però, due abitazioni separate a Tortona (Al), non sono state trovate né carte di credito clonate né il necessario per contraffarle. Stamattina, il processo per direttissima. Sarà il giudice a decidere se convalidare o meno l'arresto.



Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento