Usciva per lavoro ma ne approfittava per spacciare, in casa un chilo e mezzo di droga. Arrestato

Nonostante l'emergenza sanitaria da coronavirus, e tutte le severe normative anti contagio in atto, gli spacciatori pare proprio non conoscano restrizioni. I carabinieri ne hanno scoperti due nel giro di poche ore

La droga sequestrata dai carabinieri della stazione Levante

Nonostante l'emergenza sanitaria da coronavirus, e tutte le severe normative anti contagio in atto, gli spacciatori pare proprio non conoscano restrizioni. I carabinieri ne hanno scoperti due nel giro di poche ore.

I carabinieri della stazione Levante hanno arrestato un 37enne nato in Albania, residente in provincia, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: in casa aveva un chilo e mezzo di hascisc. I militari, avendo avuto notizia che il giovane aveva avviato un’attività di spaccio nella sua abitazione, lo hanno bloccato sul posto di lavoro trovandogli subito in tasca circa 300 euro in contanti che sospettano essere il ricavato dello spaccio. Hanno così perquisito casa sua, trovando un chilo e mezzo di marijuana in parte già suddivisa in dosi. Infatti, in uno zaino sono stati recuperati 8 involucri di cellophane, pronti per lo spaccio, ognuno dei quali conteneva circa 30 grammi di droga e, in un sacco nero, tutto il rimanente quantitativo. In camera da letto, oltre che a qualche grammo di hashish, sono stati recuperati anche due grinder e un bilancino di precisione, oltre a materiale per il confezionamento di stupefacenti. Tutta la droga recuperata è stata sequestrata ed inviata ad un laboratorio per le analisi quantitative e qualitative, mentre l'uomo verrà processato per direttissima nelle prossime ore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contemporaneamente, una pattuglia dei carabinieri della stazione di Castelsangiovanni ha bloccato un ragazzo di 17anni mentre vendeva 18 grammi di marijuana a un coetaneo nel centro di un paese della Valtidone. Il giovanissimo spacciatore è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, l’altro invece, residente in un comune limitrofo, è stato segnalato come assuntore. Insieme a loro c'era anche un 22enne: si erano ritrovati nella via principale del paese trasgredendo le misure urgenti in materia di contenimento. Per questo tutti e tre sono stati sanzionati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Bimbo di un anno in ospedale per cocaina, arrestati i genitori e i nonni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento