Utilizzo dell’acqua potabile: limitazioni fino al 15 settembre in sette frazioni

Nelle frazioni di Ivaccari, Mucinasso, San Bonico, La Verza, Pittolo, Vallera e Quarto, fino a martedì 15 settembre 2015, nella fascia oraria compresa fra le 7 e le 22, l’uso dell’acqua potabile è consentito solo per attività domestiche igienico sanitarie

In base all’ordinanza 388/2015, nelle frazioni di Ivaccari, Mucinasso, San Bonico, La Verza, Pittolo, Vallera e Quarto, fino a martedì 15 settembre 2015, nella fascia oraria compresa fra le 7 e le 22, l’uso dell’acqua potabile è consentito solo per attività domestiche igienico sanitarie ed è pertanto vietato l’utilizzo dell’acqua proveniente dalla rete comunale per irrigazione di orti e giardini, riempimento di piscine, lavaggio di automezzi, strade e cortili. Per l’eventuale riempimento di piscine, fermo restando il divieto nella fascia oraria sopra indicata, le proprietà interessate dovranno prendere preventivo contatto con Iren Emilia spa, al fine di concordare le modalità e le precauzioni da adottare durante tali operazioni.

Il provvedimento è stato adottato su proposta di Iren Emilia spa, gestore della rete idrica pubblica, con l’obiettivo di utilizzare al meglio le risorse idriche e contenere eventuali carenze quantitative nell’approvvigionamento idrico durante il periodo estivo. L’ordinanza, considerato che il corretto utilizzo delle risorse naturali rappresenta una necessità primaria e costituisce un obbligo morale nei confronti delle generazioni future, rimarca che l’acqua, risorsa essenziale per la vita, deve essere salvaguardata da ogni forma di spreco. L’attività di controllo di quanto disposto nel provvedimento è competenza del personale del Corpo di Polizia Municipale. L’inosservanza delle relative prescrizioni è punita con la sanzione amministrativa da € 25 a € 500.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento