«Valorizzeremo due ex chiese di pregio con musica e arte»

San Lorenzo e Benedettine, al via il bando del Demanio. Domande entro il 7 maggio. «Riqualificare le opere d’arte per lo sviluppo della città e l’offerta turistica»

A destra la ex chiesa Benedettine. A sinistra San Lorenzo

Rivalorizzare opere artistiche e destinarle all’offerta turistica. In questo caso, si tratta di due ex chiese. Il Demanio dà il via libera al bando per l’affitto - concessione di valorizzazione di due strutture storiche della città piacentina - delle ex chiese di San Lorenzo e delle Benedettine. Il bando, pubblicato il 2 febbraio, entro il 7 maggio.

Chi fosse interessato può accedere ai documenti di gara e alle schede tecniche degli immobili su www.agenziademanio.it , acquisendo tutte le informazioni necessarie a inviare proposte di riuso. Ad aggiudicarsi gli immobili, sarà il progetto valutato più interessante e vantaggioso in base al piano di riqualificazione presentato e alla relativa offerta economica.

«Entrambe le strutture, caratterizzate da grande pregio storico artistico,  possono essere annoverate - afferma una nota del Demanio - tra gli edifici di origine religiosa più rilevanti della città. La loro riqualificazione permetterà di contribuire al miglioramento del tessuto urbano piacentino che si arricchirà di nuove opportunità di crescita e sviluppo. Sia l’ex Chiesa di San Lorenzo sia l’ex Chiesa delle Benedettine sono infatti adatte, per forma, dimensione e posizione a ospitare diverse attività ad alto valore aggiunto: spazi culturali, aree dedicate alla musica, ai servizi e persino al culto».

Il percorso per la rinascita di questi due immobili è cominciato all’interno della consultazione online “Immobili Pubblici a Piacenza” che ha aperto un canale di confronto con il territorio, utile a individuare destinazione d’uso alternative per i beni coinvolti. Grazie alle idee e ai contributi dei partecipanti, anche altri immobili inseriti in questo programma di valorizzazione sono pronti per rinascere a nuova vita. Ad esempio Bastione San Sisto, per il quale si sono appena conclusi i lavori di recupero, a partire dal prossimo aprile, farà da cornice a eventi, esposizioni e convegni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per altre tre strutture - conclude l’Agenzia del Demanio - si è concluso positivamente l’iter di gara e presto saranno firmate le aggiudicazioni definitive con le imprese che hanno avanzato l’offerta vincente: la musica sarà la protagonista nella nuova veste di Bastione e Torrione di Porta Borghetto, l’ex Chiesa di Sant’Agostino diventerà un polo dedicato ad arte e cultura, e il Torrione Fodesta, sarà uno spazio aperto al commercio e  ai servizi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento