menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero in corso alla Step di San Nicolò, 14 persone rischiano di perdere il lavoro

Protesta davanti ai cancelli di Filt Cgil, Fit Cisl e Sì Cobas: riduzione del personale del 30%, 14 persone rischiano di perdere il lavoro

Da questa mattina, 5 ottobre, i lavoratori e le lavoratrici della Step di San Nicolò sono in sciopero per il cambio appalto che coinvolge 44 lavoratori di cui 14 rischiano il posto di lavoro. Una protesta si sta svolgendo davanti ai cancelli dell’azienda in queste ore. A proclamare sciopero sono i sindacati Filt-Cgil, Fit Cisl, e SiCobas di Piacenza. I lavoratori protestano perché sono stati dichiarati 14 esuberi nell’ambito dell’appalto che coinvolge in totale 44 lavoratori (su 100, in totale, tra diretti e indiretti, che lavorano alla Step). 

«Siamo di fronte a una riduzione del 30% del personale nell’appalto Step - denunciano Filt, Fit e Sicobas - come compagine sindacali ci siamo detti fin dall’inizio disponibili a trovare un accordo che tuteli i lavoratori nel cambio appalto tra la cooperativa Siviglia, uscente, facente parte del Consorzio Ucsa, e l’azienda entrante, Professional Solution, Gruppo Adecco. I lavoratori dovrebbe aderire anche a una riduzione di orario, oltre che lasciar per strada 14 persone. Da parte nostra c’è la massima disponibilità, ma da parte del committente non c'è stata alcuna disponibilità». I sindacati denunciano «la volontà dell’azienda di sostituire i lavoratori in sciopero». Una sostituzione di personale che, se accertata, sarebbe gravissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento