Teatro President, “L’äva ditt ‘c stava mia bein!”

Santo Stefano con il dialetto, come vuole un’antica tradizione. Al Teatro President alle ore 21 di lunedì 26 dicembre sarà in scena, per la rassegna dialettale dedicata al prof. Luigi Paraboschi e realizzata in collaborazione con la Fondazione di Piacenza e Vigevano, la Compagnia teatrale “I amis ad Pontnur” che presenta “L’äva ditt ‘c stava mia bein!”, commedia brillante in tre atti scritta dal piacentino Giorgio Tosi.

Ettore, il “preteso” mago, ha un avviato studio che condivide con la sorella Adele, alla quale, però,  riserva i compiti più umilianti. Oltre a quelli ordinari di pulizia, Adele deve occuparsi di tutta la preparazione dei ritrovati miracolosi spacciati dal “mago” e, cosa che più le pesa, in certe occasioni, fare “la voce dell’oltretomba” per quelle clienti che desiderano mettersi in contatto con i defunti.

I rapporti tra i due sono conflittuali causa una vecchia storia di cui Adele si vergogna e che serve ad Ettore per tenerla legata a sé, socia dello studio, ma con i compiti di cui si diceva. Ettore poi si definisce ammalato (non si sa di che) e minaccia  spesso che morirà  presto inascoltato.

I clienti del “grande mago” sono i più disparati con i problemi più diversi: Maura, una signora di campagna che cerca una soluzione ad un malanno poco dicibile; un ex maggiore dell’esercito che sente svanire le sue grandi e indefesse qualità amatorie; una vedova, Piera, che avrebbe bisogno di chiedere al marito un paio di informazioni che non ha potuto ottenere prima del decesso; un giovanotto senza arte né parte, Sergio,  che aspetta notizie mirabolanti (eredità in arrivo o matrimonio d’affari) dalle carte. Sicché tra equivoci, voci oltre tombali non proprio a tempo, suoni inquietanti e presunte anime trapassate ciarliere, reazioni poco urbane di clienti truffati (come Filippo, figlio di Piera, che vuole aizzare una campagna di stampa contro la categoria dei maghi), il duo di imbroglioni vivacchia, fino  a quando Adele, irretita da Sergio - il cacciatore di dote - non tenta di emanciparsi dal fratello e prepara la fuga.

Il tentativo, condotto di notte, con Sergio che compare su una scala a pioli per far scendere Adele dalla finestra, non andrà a buon fine. Ettore li scopre nel corso di un’esilarante scena, ma   Adele, ormai più forte e meno succube, sfoga tutto il suo malanimo e nella discussione con fratello, lanciando maledizioni a dritta e a manca, scopre di avere -  lei e non Ettore -  grandi poteri.

Ettore ha un collasso. Nel terzo atto, cambio di scena. Siamo all’interno di un grazioso cimitero di campagna dove Ettore, grande mago, è sepolto. Sulla lapide, Adele, ormai una donna nuova, ha fatto incidere, ironicamente, il motto preferito di Ettore: “Ve l’avevo detto che non stavo bene!”.

Nel cimitero - tra un uomo che la insidia, Piera e Maura che si trovano lì per caso e imbastiscono un tragico equivoco, Sergio che ritenta la sua ultima carta -  Adele incontra il figlio Carlo che le è stato sottratto alla nascita, in quanto figlio della colpa. Con l’arrivo del maggiore, il terzetto Adele-Carlo- Maggiore si avvia verso l’uscita lasciando intendere un futuro equilibrato e sereno.

Personaggi ed interpreti: Ettore, grande mago, Salvatore Lodigiani; Adele, sua sorella, Marilena Segalini; Maura, signora di campagna, Lucia Ferrari; Maggiore, generale in pensione, Carlo Aldrighi; Piera, vedova, Teresa Tramonti; Sergio, perditempo, Carlo Galli; Filippo, figlio di Piera, Emanuele Fornaroli; Silvia, figlia di Adele, Claudia Ghisoni; Comparse: Renzo Merli e Danilo Braghieri.

Rammentatrice e Regista Marinella Segalini.

Posto unico € 10 - Abbonati e soci Famiglia Piasinteina € 8 - Prevendita : BAR ANSPI da lunedì a  domenica dalle 15,30 alle 19,30. Il giorno dello spettacolo dalle ore 20,00 presso Teatro President

Info: tel.3282184586 - famigliapiasinteina1953@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Salt'in Banco, al via la 41esima edizione

    • dal 9 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • varie location, come da programma
  • Teatro San Matteo, Cantiere Simone Weil presenta "Inferno"

    • solo domani
    • 24 ottobre 2020
    • Teatro San Matteo
  • Sarmato, "Cabaret da favola"

    • Gratis
    • dal 14 al 15 novembre 2020
    • Portico degli Alpini

I più visti

  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Piacenza Jazz Fest Reloaded, il programma

    • fino a domani
    • dal 19 settembre al 24 ottobre 2020
    • varie location, come da programma
  • Travo, Parco archelogico "Villaggio neolitico"

    • dal 15 agosto al 31 dicembre 2020
    • Parco Archeologico "Villaggio Neolitico"
  • Bobbio e Monticelli d'Ongina, Giornate FAI d'Autunno

    • dal 17 al 25 ottobre 2020
    • varie location, come da programma
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    IlPiacenza è in caricamento