Coppa d'Oro a Inzaghi, Parenti, Verrini e al “Il Ruggito del Coniglio”

Piacenza città del buon vivere e del rinascimento civico celebra la decima Coppa d’Oro ed “Un mare di sapori”

Belli, Parietti, Putzu e Scotti

“Vogliamo che Piacenza diventi la città del “buon vivere”, dove atti quotidiani virtuosi, attenzione e senso di appartenenza alla città, siano il volano di un nuovo “rinascimento civico”; la città deve ritrovare i suoi primati medievali per finanza, staffe e qualità dei suoi prodotti enogastronomici. La “coppa d’oro” è un ottimo esempio di marketing territoriale sia verso l’esterno che verso l’interno che sicuramente ha aiutato il Consorzio salumi a raddoppiare le vendite pur mantenendo un eccellente qualità. Ma bene anche la collaborazione con altri territori per “fare squadra”, come è il caso della manifestazione “Un mare di sapori” che ancora una volta approda a Piacenza”. Così l’assessore Filiberto Putzu ha commentato in conferenza stampa nell’aula consigliare in Comune, il significato della X° Edizione del Premio Coppa d’Oro a Piacenza che si svolgerà giovedì 21 settembre a Palazzo Gotico dove per l’occasione, nel corso di una tavola rotonda dedicata al “valore dei prodotti tutelati” saranno premiati Simone Inzaghi, Giuseppe Parenti, Luigi Verrini e la trasmissione Rai Radio 2 “Il Ruggito del Coniglio”    
 

Al convegno parteciperanno l'assessore regionale Simona Caselli, Luigi Polizzi dirigente ministero politiche agricole, Mauro Rosati direttore Qualivita, Raffaele Borriello direttore Ismea, Alex Revelli Sorini, rettore accademia italiana di gastronomia, Lorenzo Beretta presidente Isit - istituto salumi tutelati, mentre a moderare la tavola rotonda ci sarà il direttore Rai Emilia Romagna Fabrizio Binacchi.  “Sono stati selezionate persone- ha detto Roberto Belli presidente del Consorzio tutela salumi tipici piacentini- che hanno operato per promuovere le eccellenze agroalimentari locali e, attraverso le proprie carriere, si sono resi ambasciatori del territorio. In particolare Giuseppe Parenti, uno dei premiati, in qualità di presidente della Camera di Commercio di Piacenza, insieme al Consorzio di tutela Salumi DOP Piacentini, pensò di scegliere come icona del territorio la Coppa Piacentina DOP - sintesi di identità, ambiente, cultura, gusto e creatività - per promuovere l’imprenditoria e la cultura del territorio. Non a caso- ha ribadito Belli- stiamo registrando il marchio “piacentino” proprio per poterci tutelare anche extra Ue dove siamo gli unici con tre prodotti Dop per i salumi”.

Belli ha pure ricordato che i Salumi Piacentini DOP hanno registrato vendite con crescite esponenziali: la Coppa Piacentina DOP e la Pancetta Piacentina DOP negli ultimi 10 anni hanno registrato un aumento di produzione del 170%, mentre nello stesso periodo il Salame Piacentino DOP ha avuto un incremento del 145%. 
“Un premio- ha detto Alfredo Parietti presidente della CCIAA di Piacenza- che premia e valorizza le eccellenze piacentine. Il nostro ente- pur nel ridimensionamento, continuerà a sostenere e far crescite questi prodotti emblema del territorio”.

“Un territorio - ha ribadito Carla Scotti di Proviterre- che esalta anche i suoi vini; il nostro progetto darà, in occasione di “un mare di sapori” lezioni di gusto con immagini del territorio ed informazioni tecnico- scientifiche elaborate nella nostra consolidata collaborazione con l’Università Cattolica di Piacenza”. Ma Piacenza, dal 22 al 23 settembre, sarà anche un “mare di sapori”. Torna infatti con un ricchissimo programma di iniziative tutte da sperimentare, la grande kermesse, l’evento enogastronomico dedicato ai prodotti tipici del territorio promosso dal Consorzio Salumi DOP Piacentini, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, il Comune di Piacenza e la Camera di commercio di Piacenza. Le iniziative saranno concentrate nella centralissima piazza Cavalli, dove stand enogastronomici, laboratori, show cooking e appuntamenti musicali faranno da cornice alle degustazioni dei prodotti agroalimentari DOP e IGP dell’Emilia-Romagna accompagnati dai migliori vini regionali. L’appuntamento che rientra fra le attività che il Consorzio Salumi DOP Piacentini ha messo in atto per la valorizzazione delle eccellenze storiche di Piacenza, unica città a poter vantare tre DOP che ne portano il nome, nasce anche dalla collaborazione degli enti promotori con tutti i Consorzi di tutela dei prodotti tipici food&wine dell’Emilia-Romagna.

Ad accompagnare i salumi tipici piacentini saranno infatti i grandi prodotti a Indicazione Geogra- fica, grazie alla presenza di numerosi Consorzi di tutela: Grana Padano DOP, Mortadella Bologna IGP, Salame Cacciatore DOP, Piadina Romagnola IGP, Prosciutto di Parma DOP, Pesca Nettarina di Romagna IGP, Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP, Prosciutto di Modena DOP, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, Aceto Balsamico di Modena IGP, Patata di Bologna DOP, Aglio di Voghiera DOP e Enoteca Regione Emilia Romagna.

A partire dalla ore 11,00 fino alla tarda serata, due giorni dedicati al gusto, con tanti laboratori, momenti di degustazione e attività educational rivolti alle scuole e agli appassionati, per scoprire le DOP e IGP del territorio, comprese le denominazioni vinicole regionali. Pizza, panini, street food, tutto è valido come base per i Salumi DOP Piacentini e le altre eccellenze regionali a Indicazione Geografica.

Ma “Piacenza è un mare di sapori” non prevede solo momenti degustativi. Le eccellenze fo- od&wine saranno accompagnate da incontri e seminari sul tema, inoltre, ogni sera Piazza Cavalli ospiterà interessanti concerti musicali: il venerdì sarà la volta dell’esibizione di musica popolare dell’Osteria del Mandolino, mentre sabato chiuderà la manifestazione il concerto di Daniele Ronda “A beautiful mind summer tour 2017”, alle ore 21,30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento