Giovedì 7 novembre Lella Costa ospite a Cadeo

Dal palco del Teatro parrocchiale alle 21 l'attrice milanese "racconterà" Edith Stein e la  straordinaria modernità delle sue lotte

Tempo di dialogo e cultura a Cadeo con "Utopia", la rassegna culturale realizzata dalla Parrocchia di Roveleto in collaborazione con il  Comune di Cadeo, che ha concesso il patrocinio  all'iniziativa.

Giovedì 7 novembre alle ore 21 sul palco del Teatro del Centro Parrocchiale di Roveleto di Cadeo salirà Lella Costa, attrice e doppiatrice milanese, scrittrice e presenza attiva nel mondo dell'associazionismo e nelle battaglie a difesa dei diritti civili. L'attrice converserà con il pubblico su "Ciò che possiamo fare" la sua ultima pubblicazione dedicata a Edith Stein, in cui emerge la forza e la modernità di una donna, monaca e martire, che si batte per le donne, per la fede e contro le discriminazioni.

Quello del 7 novembre con Lella Costa  è uno dei sette appuntamenti aperti al pubblico  con  personaggi noti nel panorama artistico e culturale del nostro Paese, tra i quali, l'ex- magistrato Gherardo Colombo,  il giornalista e uomo di teatro Federico Buffa e l'imprenditore Oscar Farinetti.

"Investire sulla cultura per tanti pare sempre uno spreco, un sottrarre fondi ai bisogni della comunità, soprattutto in un tempo di crisi e stallo economico come il nostro - spiega Marco Bricconi, primo cittadino di Cadeo -. Ma promuovere la cultura equivale a promuovere la crescita, lo sviluppo e la ricerca di nuovo strumenti concreti per un mondo migliore. Per questo abbiamo detto sì al progetto culturale ".

"I relatori che saranno qui con noi sono una presenza eccezionale per il nostro territorio - aggiunge il vicesindaco Marica Toma-. Personaggi di questo calibro te li aspetteresti in un teatro di una grande città, non in un piccolo Comune di 6mila abitanti. A maggior ragione sono un'opportunità per noi, per aprirci a temi che vadano oltre la territorialità e soprattutto per abituarci a dialogare, per trovare strade comuni che racchiudano  e valorizzino le diversità di pensiero".

A presentare la serata del 7 novembre, le parole di don Umberto Ciullo, parroco di Roveleto: "La partecipazione di Lella Costa è un dono prezioso per noi, proprio come il suo libro che ritrae in modo rispettoso Edith Stein come donna studiosa che ha affermato la sua femminilità non attraverso i classici canali della provocazione bensì attraverso la cura e l'intelligenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Screenshot_20191106-151938_2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Dall'inferno del Covid al ritorno a casa, ecco i vigili del fuoco che hanno vinto il virus

  • Vince il Covid e torna a casa nel giorno del compleanno del figlio: «Papà, sei un guerriero»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento