Galleria d'Arte Studio C, mostra di Fabio Capitanio "Passaggi di tempo"

Presso la galleria d'arte contemporanea "Studio C" di via G. Campesio 39 è allestita fino al 15 ottobre la mostra personale di Fabio Capitanio dal titolo "Passaggi di Tempo".

Ritorna dunque a Piacenza Fabio Capitanio e vi ritorna per la terza volta consecutiva dopo le belle e indimenticabili mostre precedenti. Una mostra, questa, che è particolarmente attesa da appassionati e collezionisti per poter ammirare e verificare le ultime "ricerche" e gli ultimi risultati di questo inquieto artista bresciano che non finisce mai di stupire. Perchè per Fabio Capitanio l'arte è veramente ragione di vita, bisogno impellente di comunicare voci, emozioni e sentimenti per farsi denuncia umana ed esistenziale. E questo suo modo di procedere, questa sua costanza nella sperimentazione e nella ricerca portata avanti con tanta dedizione e sacrificio, ha iniziato a dare i suoi risultati al punto di essere chiamato ad esporre all'ultima Triennale di Roma ed essere selezionato per la cinquantaseiesima Biennale Internazionale d'arte di Venezia (partecipazione poi sfumata all'ultimo momento per l'incomprensibile ritiro del Padiglione).

La sua espressione surreale percorsa dal gesto e dal colore, dal simbolo e da una appena accennata atmosfera onirica, possiede forza introspettiva e psicologica, diventa strumento capace di indagare l'animo umano, si fa intima e approfondita ricerca interiore, anelito al trascendente. Espressione che procede sempre per cicli e che trae origine ed ispirazione dalla vita fino a farsi impietosa fotografia dei nostri giorni, delle ansie e delle solitudini sempre più diffuse e dilaganti nell'odierna società. Tra i vari cicli o tematiche affrontati fin qui da Fabio Capitanio citiamo "Strane visioni", gli "Ariosi" e poi "Realtà virtuali" che era il contenuto dell'ultima sua personale qui a Piacenza.

In questo ciclo l'artista proponeva la fuga dalla realtà, dalle sue contraddizioni e dalle incomprensioni di un mondo sempre più complesso e indecifrabile per cercare rifugio e protezione in paesaggi e visioni artificiali e/o virtuali, in mondi costruiti a forza per ritagliarsi un angolo di pace e serenità. Da allora, ed è passato solo un anno, l'artista bresciano ha sviluppato altri due cicli che vedremo dunque in esposizione: "Shock elettrici" e "Proiezioni mentali".

Nel primo Fabio Capitanio si serve di vere e proprie esplosioni cromatiche, di deflagrazioni materiche intense e ribollenti che, come è facile intuire dal titolo, rimandano ai potenti assoli della chitarra elettrica. In quest'espressione l'artista esprime tutta la carica vitale di certi attimi e tutta l'energia creativa che deriva o può derivare da situazioni positive e gratificanti.

Nel secondo, invece, l'artista sembra aver raggiunto uno stato di calma e/o di accettazione della realtà per cui le immagini fluiscono libere e spontanee, senza forzature seguendo in modo del tutto naturale le loro strade e i loro percorsi.

Ecco spiegato, dunque, anche il titolo della mostra "Passaggi di tempo", la quale diventa così una vera e propria riflessione sul tempo in senso autobiografico e universale. Il tempo che scorre lento e inesorabile, che pone in continuazione quesiti e interrogativi, che tutto ingloba e tutto divora, che cambia cose, vite e destini, umori, pensieri e stati d'animo senza chiedere permessi e autorizzazioni. Il tempo, signore assoluto del mondo e degli uomini.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Paladino a Piacenza, in Piazza Cavalli fino al 28 febbraio 2021

    • Gratis
    • dal 10 ottobre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Piazza Cavalli
  • "La scrittura come enigma", riaperta la mostra di Giorgio Milani in Sant'Agostino

    • Gratis
    • dal 12 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Ex-Chiesa di Sant'Agostino

I più visti

  • Paladino a Piacenza, in Piazza Cavalli fino al 28 febbraio 2021

    • Gratis
    • dal 10 ottobre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Piazza Cavalli
  • "La scrittura come enigma", riaperta la mostra di Giorgio Milani in Sant'Agostino

    • Gratis
    • dal 12 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Ex-Chiesa di Sant'Agostino
  • Piacenza Cammina 2.0, escursione alla Cascata del Carlone

    • Gratis
    • 24 gennaio 2021
    • Cascata del Carlone
  • Il contagio delle idee, “La vera storia del Klimt ritrovato”

    • Gratis
    • 22 gennaio 2021
    • Online Pagina Facebook Comune di Gossolengo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento