Riccardo Buscarini al Teatro Gioia con "Io vorrei che questo ballo non finisse mai"

Venerdì 20 e sabato 21 aprile 2018 al Teatro Gioia Riccardo Buscarini chiude la stagione di Danza con lo spettacolo "Io vorrei che questo ballo non finisse mai"

Un'immgine di Riccardo Buscarini

L’anima del cinema italiano degli anni '50 e '60 colora di un’atmosfera onirica Io vorrei che questo ballo non finisse mai, uno spettacolo/festa firmato da Riccardo Buscatini in programma al Teatro Gioia il 20 e 21 aprile. Saranno in scena tre performer che inviteranno il pubblico a partecipare, attraverso il movimento, a famose scene di ballo tratte da celeberrime pellicole di Luchino Visconti, Federico Fellini, Vittorio De Sica, Dino Risi e altri.

iovorrei-2"Quando mi è stato chiesto di chiudere la stagione di danza Tre per Te 2018/19 con un evento che specificamente contenesse il cinema, la danza e il coinvolgimento fisico del pubblico - ha dichiarato Riccardo Buscarini - ho subito pensato ad una festa dedicata al grande cinema italiano che possa esserne uno scanzonato e allo stesso tempo, teso tributo denso di desiderio e nostalgia. Io vorrei che questo ballo non finisse mai significa infatti questo: un’immagine di sogno. Perché tutti, in fin dei conti, vorremmo, o avremmo voluto, almeno per un solo fotogramma, essere protagonisti di quei capolavori.  Io vorrei che questo ballo non finisse mai è una collaborazione con Sabrina Fontanella e Vincenzo Verdesca, artisti rispettivamente di cabaret e burlesque che debutterà il 20-21 aprile (ore 21) al Teatro Gioia, la ex chiesa dei Gesuiti convertita ora sapientemente in un teatro. L’evento è un tributo al grande cinema italiano attraverso il linguaggio del movimento e, ovviamente, del cinema, che avvolgerà e coinvolgerà il pubblico direttamente… Non dico di più, solo vi consiglio di portarvi le vostre migliori scarpe da ballo". Riccardo Buscarini

video teaser: https://www.youtube.com/watch?v=cpIIDAZA2RM&feature=youtu.be

Quando: 20 e 21 aprile 2018, ore 21

Dove: Teatro Gioia, ex Chiesa dei Gesuiti, via Melchiorre Gioia Piacenza

regia/testi: Riccardo Buscarini
interpreti: Riccardo Buscarini, Sabrina Fontanella, Vincenzo Verdesca
suono, dj set e allestimento scenico: Davide Giacobbi/Santafabbrica
con musiche di Nino Rota, Rosemary Clooney e altri
luci e proiezioni: Alessandro Gelmini
costumi e trucco: Vincenzo Verdesca
sarta: Tania Fedeli
una produzione Teatro Gioco Vita/Riccardo Buscarini

Coreografo vincitore di numerosi premi in Italia e all’estero, Riccardo Buscarini è un artista che si concentra sul cambiamento costante del suo approccio creativo alla coreografia e sulle sue possibili interazioni con altre forme d’arte. I momenti salienti della sua carriera fino ad ora includono la vittoria di The Place Prize 2013 con Athletes, la partecipazione ai progetti internazionali di ricerca ArtsCross London 2013 (Regno Unito, Taiwan e Cina), Performing Gender (Italia, Croazia, Spagna, Paesi Bassi) e MAM-Maroc ArtistMeeting (Marrakech). Il suo lavoro nel campo delle arti visive include una mostra commissionata da Summerhall (Edimburgo), un'installazione parte di London Festival of Architecture 2016 e una collaborazione con la galleria Nahmad Projects (Londra) presentata durante la mostra i’m NOT tino sehgal curata da Francesco Bonami e durante miart - fiera di arte moderna e contemporanea di Milano 2017. Nell'ultimo anno ha firmato Silk, una creazione sul Chelyabinsk Dance Theatre (Russia) ora nominata come Best Production e Buscarini come Best Choreographer della stagione 2016/17 al Golden Mask Festival di Mosca e si è avvicinato alla regia d'opera

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento