Alleva (Altraer): «Tutelare i lavoratori della logistica»

Il consigliere Piergiovanni Alleva chiede alla Regione di "ripristinare legalità, regolarità nei contratti e rispetto dei diritti dei lavoratori"

La denuncia di alcune sigle sindacali, impegnate a difendere i lavoratori del comparto della logistica, che a Piacenza tre lavoratori dipendenti dell’ex cooperativa “Piramidi di San Rocco al Porto” sono stati percossi e minacciati dal titolare e da suoi collaboratori, è oggetto di un’interpellanza presentata in Regione da Piergiovanni Alleva (AltraEr). I tre lavoratori – si legge nell’atto ispettivo – hanno affermato che si erano accordati col titolare per riscuotere gli stipendi arretrati, il cui importo ammonta a 6.000 euro, ma all’incontro insieme al titolare si sono presentate anche altre persone che non hanno esitato ad aggredirli. La cooperativa in questione – riporta il consigliere – è stata sciolta qualche tempo fa a seguito dell’intervento della Guardia di finanza, che aveva constatato irregolarità nelle buste paga, ma il titolare ha già costituito una nuova cooperativa subito operativa nel fornire manodopera. “L’episodio- spiega il capogruppo- si aggiunge alla penosa sfilza di abusi e violazioni a danno dei lavoratori del comparto della logistica, che a Piacenza conta 900 imprese e circa 8.200 lavoratori; un settore nel quale si ricorre ad appalti a cooperative per le mansioni di facchinaggio con ricorrenti casi di irregolarità non solo dal punto di vista fiscale e contributivo ma anche delle condizioni di sicurezza e di salario dei dipendenti”. Alleva, pertanto, chiede alla Giunta regionale di “prendere seri e concreti provvedimenti, quanto mai urgenti e necessari, a tutela dei lavoratori del comparto della logistica, ripristinando legalità, regolarità dei contratti e soprattutto rispetto dei diritti dei lavoratori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento