menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carlo Calenda e Matteo Richetti

Carlo Calenda e Matteo Richetti

Azione, approda anche a Piacenza il partito di Carlo Calenda

Stand in centro storico per conoscere la nuova realtà politica

Anche a Piacenza approda Azione, il movimento fondato a fine novembre da Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo Economico dal 2016 al 2018, sotto i governi Renzi e Gentiloni. Calenda ha iniziato questa nuova avventura insieme al senatore Matteo Richetti, dopo aver lasciato il Pd. La sezione piacentina, invece, è nata a metà aprile, in pieno lockdown, per iniziativa del commercialista Filippo Ceruti. «Il nostro obiettivo è diventare al più presto parte integrante della vita politica della nostra città - spiega Ceruti. Soprattutto in questa delicata fase di ripartenza servono più che mai idee nuove: il nostro gruppo annovera imprenditori, studenti, lavoratori e famiglie che conoscono bene la realtà locale, le difficoltà e le necessità del nostro territorio. In pochi mesi, la nuova proposta di Calenda è riuscita a convincere oltre 13 mila italiani. Ora vogliamo scendere in campo per permettere anche ai piacentini di conoscerci».

Venerdì 19 e sabato 20 giugno, i rappresentanti di Azione incontreranno i cittadini in centro storico: dalle 9,30 alle 19,30 un punto informativo resterà a disposizione all’inizio di via XX Settembre, nei pressi di piazzetta San Francesco. «La posizione del partito è critica sia nei confronti della maggioranza che dell’opposizione" prosegue Ceruti. "Alla prima rimproveriamo l’incapacità di portare avanti un programma veramente progressista; al centrodestra contestiamo invece la scelta di abbracciare un sovranismo euroscettico, antistorico e pericoloso. Azione si propone quale scelta di concretezza per la risoluzione delle problematiche sia nazionali che locali, rappresentando quella fetta di elettorato deluso dalle scelte politiche dei partiti odierni; un elettorato che si rispecchi nei valori del liberalismo sociale dei fratelli Rosselli e nel popolarismo di Don Luigi Sturzo».   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento