Azione, approda anche a Piacenza il partito di Carlo Calenda

Stand in centro storico per conoscere la nuova realtà politica

Carlo Calenda e Matteo Richetti

Anche a Piacenza approda Azione, il movimento fondato a fine novembre da Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo Economico dal 2016 al 2018, sotto i governi Renzi e Gentiloni. Calenda ha iniziato questa nuova avventura insieme al senatore Matteo Richetti, dopo aver lasciato il Pd. La sezione piacentina, invece, è nata a metà aprile, in pieno lockdown, per iniziativa del commercialista Filippo Ceruti. «Il nostro obiettivo è diventare al più presto parte integrante della vita politica della nostra città - spiega Ceruti. Soprattutto in questa delicata fase di ripartenza servono più che mai idee nuove: il nostro gruppo annovera imprenditori, studenti, lavoratori e famiglie che conoscono bene la realtà locale, le difficoltà e le necessità del nostro territorio. In pochi mesi, la nuova proposta di Calenda è riuscita a convincere oltre 13 mila italiani. Ora vogliamo scendere in campo per permettere anche ai piacentini di conoscerci».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venerdì 19 e sabato 20 giugno, i rappresentanti di Azione incontreranno i cittadini in centro storico: dalle 9,30 alle 19,30 un punto informativo resterà a disposizione all’inizio di via XX Settembre, nei pressi di piazzetta San Francesco. «La posizione del partito è critica sia nei confronti della maggioranza che dell’opposizione" prosegue Ceruti. "Alla prima rimproveriamo l’incapacità di portare avanti un programma veramente progressista; al centrodestra contestiamo invece la scelta di abbracciare un sovranismo euroscettico, antistorico e pericoloso. Azione si propone quale scelta di concretezza per la risoluzione delle problematiche sia nazionali che locali, rappresentando quella fetta di elettorato deluso dalle scelte politiche dei partiti odierni; un elettorato che si rispecchi nei valori del liberalismo sociale dei fratelli Rosselli e nel popolarismo di Don Luigi Sturzo».   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento