Politica

Centro storico, il centrosinistra: «Mobilità da rivedere e decidere una volta per tutte cosa fare dei parcheggi»

La ricetta di Pd, 5 Stelle e le civiche per la rivitalizzazione del centro cittadino: «Incentivi a chi affitta e inasprimenti fiscali per chi chiede canoni spropositati. C’è chi preferisce tenere sfitti gli immobili»

Negozi in centro storico, la questione è complessa e, anche se con impatti diversi, riguarda l'intero territorio. «Ci sono però alcuni aspetti - intervengono Pd, Movimento 5 Stelle, Piacenza in Comune, Piacenza Oltre e Piacenza del futuro - sui quali si può, anzi di deve intervenire, e lo si deve fare il più presto possibile, considerando che siamo in forte ritardo e la situazione è fortemente compromessa. Più di 2 anni fa, come consiglieri comunali, abbiamo richiesto la convocazione della commissione 4 (sviluppo economico) proponendo come ordine del giorno l'analisi e le strategie da attuare per il rilancio del centro storico. È stata convocata un'audizione della cabina di regia che ci ha relazionato sull'attività svolta e niente più».

«Da allora – incalzano i consiglieri dei cinque gruppo consiliari - più niente, nonostante, ad esempio, grazie ad un nostro emendamento al Dup (documento unico di programmazione) l'audizione della cabina di regia sia stata prevista almeno una volta l'anno. Quindi, non c'è stata nessuna analisi condivisa, tantomeno nessuna strategia per il rilancio di un comparto tanto vitale per l'economia, per la socialità e la conseguente lotta al degrado. Degrado che si appropria di tutto ciò che viene abbandonato, generando poi problemi di sicurezza etc. Naturalmente ci sono state proposte, non solo dai consiglieri, ma anche dalla società civile. Da ricordare la proposta di alcuni studenti che gratuitamente si proponevano di abbellire le vetrine dei negozi sfitti (ne aveva dato conto anche il vostro quotidiano), che, come altre non ha avuto riscontro. L'associazione vita in centro nel dicembre 2019 ha presentato un progetto analogo, ma anche in questo caso non risultano riscontri».

COSA FARE

«Per un vero tentativo di rilancio, servirebbero da subito, una rivisitazione della mobilità (in senso molto più coraggioso di quanto previsto dal Pums), incentivi a chi affitta e inasprimenti fiscali per chi chiede canoni spropositati, nonostante la situazione di mercato, preferendo di fatto tenere sfitto l'immobile piuttosto che diminuire le richieste».

I PARCHEGGI DELL’AREA NORD

«La realizzazione – concludono i consiglieri - per quanto concerne la zona nord della città, di un parcheggio a servizio della stessa, decidendo una buona volta quale sarà il destino di Piazza cittadella, situazione questa che tiene bloccata da anni tutta la zona. Indipendentemente da come la si pensi riguardo il parcheggio interrato (personalmente la riteniamo una soluzione superata), il non decidere al riguardo impedisce una riqualificazione di cui beneficerebbe tutto il comparto. Le soluzioni possibili, per tentare almeno di invertire la rotta, ci sarebbero, ma come per le altre questioni bisogna fare lo sforzo di sedersi attorno ad un tavolo, analizzare, discutere e mettere in campo delle soluzioni. Purtroppo, come per altre questioni, sembra di chiedere un piacere, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, il centrosinistra: «Mobilità da rivedere e decidere una volta per tutte cosa fare dei parcheggi»

IlPiacenza è in caricamento