Colosimo: «Programma di Trespidi concreto, basta ai libri dei sogni»

L’intervento del consigliere uscente, candidato nella lista “I giovani con Trespidi”: «Già indicate nel programma le prime delibere di Giunta»

«Un programma chiaro e concreto. È anche per questo che ho deciso di appoggiare Massimo Trespidi, proprio perché non bisogna "vendere fumo" agli elettori, ormai stanchi delle promesse non mantenute». Così interviene Marco Colosimo, consigliere uscente e candidato nella lista “I giovani con Trespidi”. «Nei miei cinque anni in Consiglio comunale – prosegue Colosimo - tante volte ho rinfacciato al sindaco Paolo Dosi e alla sua Giunta di non aver attuato buona parte del programma con cui vennero eletti dai cittadini nel 2012. Un programma che era un vero e proprio “libro dei sogni” che necessitava di ingenti risorse economiche per essere realizzato». Colosimo rimarca le differenze con quell’esperienza, ritenuta «fallimentare e da archiviare». «Noi invece siamo pronti, con un programma per Piacenza, un documento non politico, ma un progetto di sviluppo per la nostra città. Siamo pronti ad amministrare e lo dimostra anche il fatto che il nostro programma contiene, in modo schematico, quelle che saranno le linee di mandato. Al suo interno, così come Massimo Trespidi ha dichiarato, sono già indicate le prime dieci delibere di Giunta. Invito quindi i piacentini a consultare il programma (sul sito del nostro candidato o venendo al point elettorale di Corso Vittorio Emanuele) e a conoscere le 64 persone che affiancano Massimo Trespidi in questa strepitosa ed emozionante avventura. Chi ci conosce, ci voterà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento