Enti locali, Lega Nord: «Da Renzi carneficina contro comuni, sindaci si ribellino»

La segreteria provinciale della Lega Nord punta il dito contro “«l’ulteriore taglio di 2,35 miliardi previsto nel decreto enti locali, approvato oggi alla Camera». «Renzi usa i sindaci come gabellieri dello stato centrale e fa razzia di risorse locali»

“E’ in atto una carneficina nei confronti dei Comuni, a cui Renzi ha inflitto 12,3miliardi tra tagli lineari e vincoli del patto di stabilità. Indigna il silenzio del Pd che - nonostante esprima molti sindaci - preferisce chinare il capo e allinearsi, nonostante le manovre del governo stiano mettendo a rischio i servizi essenziali”. Così la segreteria provinciale della Lega Nord, che punta il dito anche contro “l’ulteriore taglio di 2,35 miliardi previsto nel decreto enti locali, approvato oggi alla Camera”. “Renzi fa propaganda sulla pelle di cittadini e malati. Usa i sindaci come gabellieri dello stato centrale, fa razzia di risorse locali, si impossessa indebitamente di tributi locali, taglia sulla pelle dei pazienti, mette a rischio i servizi essenziali: questo governo è una calamità, mai prima d’ora gli enti locali hanno subito un simile attacco”. “La deriva centralista a cui assistiamo si avvicina a quella dei regimi, è un danno per tutti, perché priva i cittadini della possibilità di mantenere i propri soldi sui territori e di poter scegliere come e dove spenderli, secondo i più genuini principi federalisti. E’ in atto un attacco alla democrazia. Mi auguro che i sindaci vogliano fare squadra, come auspicato dai nostri rappresentanti nei Comuni, per dare un segnale unitario di dissenso rispetto a queste scelte, pericolose e scellerate. E’ in gioco il futuro di tutti. Ci auguriamo anche che Bonaccini voglia rompere l’imbarazzante muro di silenzio che si è costruito: un presidente di Regione che sceglie la linea della compiacenza tradisce i cittadini ed è corresponsabile della gravità delle scelte di questo governo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento