Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Il viceministro Pichetto Fratin: «Avanzamento tecnologico fondamentale per lo sviluppo del Paese»

Piano Nazionale Industria 4.0 e misure di sostegno alle PMI: il sistema Piacenza a confronto con il Ministero dello Sviluppo Economico

Industria 4.0, transizione digitale, innovazione, wi-fi e banda larga: questi alcuni dei temi su cui si sono confrontati oggi, nell’importante incontro tenutosi presso l’ex Chiesa del Carmine di Piazza Casali i dirigenti del Ministero dello Sviluppo Economico e il sistema imprenditoriale ed economico piacentino. “I tanti temi in agenda oggi sono gli strumenti per accompagnare il Paese in un processo di sviluppo che, oggi più che mai, passa attraverso un fondamentale avanzamento tecnologico”, ha detto il Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Pichetto Fratin, aprendo i lavori in collegamento. “Il confronto con il territorio – ha aggiunto – è fondamentale per comprenderne le esigenze e le istanze. Piacenza, che ha un sistema forte e unito Vice ministro Pichetto Fratin-2tra pubblico e privato, è il primo di una serie di appuntamenti nei quali il Ministero illustrerà le opportunità a sostegno del sistema imprenditoriale, di fronte al quale la Pubblica Amministrazione deve svolgere un ruolo di supporto e di stimolo”.

Ad introdurre l’intensa giornata di lavori è stato il Presidente della Provincia e Sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, la quale, nel ringraziare la “significativa presenza del Ministero, che viene a spiegare le misure, le opportunità e gli strumenti a sostegno della ripresa del nostro tessuto economico”, ha evidenziato “l’unità e la capacità del nostro territorio di fare sistema, con imprese che hanno lavorato anche nei momenti più difficili dell’emergenza sanitaria con determinazione e lungimiranza per lo sviluppo di Piacenza”. “Il significativo confronto di oggi” ha aggiunto Patrizia Barbieri, ringraziando per l’organizzazione il Commissario straordinario Filippo Cella e la Camera di Commercio, il Presidente di Cantina Valtidone Gianpaolo Fornasari e il Senatore Pietro Pisani, oltre agli ordini professionali degli Avvocati e dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Piacenza per la collaborazione – è un’occasione unica per confrontarsi con interlocutori così qualificati, ricavandone un quadro di opportunità per il nostro territorio, anche nel fondamentale approccio al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.

Al Commissario straordinario di Camera di Commercio, Filippo Cella, il compito, dopo i doverosi ringraziamenti alautorità varie 2021-2 “Ministero e ai relatori per la disponibilità e a tutti coloro che hanno collaborato nell’organizzazione”, di tracciare un quadro dello stato di salute del sistema imprenditoriale ed economico piacentino, evidenziandone gli aspetti di ottimismo, a partire dalla capacità di fare sistema, e le criticità ancora presenti, ha ricordato l’impegno dell’ente camerale a “supporto del sistema economico locale verso l’innovazione e l’internazionalizzazione, con progetti che guardino ai temi della digitalizzazione, dello sviluppo verso i mercati esteri e all’orientamento”. “Il confronto con il Ministero è un’occasione unica e privilegiata per approfondire le tematiche di sviluppo nella digitalizzazione e industria 4.0 per il nostro territorio, senza trascurare nessuna area, anche le meno accessibili della collina e della montagna dove, ad esempio, l’introduzione dello smart working può essere un mezzo per combattere lo spopolamento e rivitalizzare tali territori”.

Guida Iorio, Dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico (Ispettorato Territoriale Lombardia) ha moderato le varie relazioni in programma. Nella sessione mattutina, sono intervenuti Luca Restaino (MiSE Direzione Generale P.M.I. e Politica Industriale) sul tema “Misure industria 4.0 e sostegni alla digitalizzazione” e di Giuseppe Salvati (MiSE Direzione Generale P.M.I. e Politica Industriale) su “Beni strumentali (Nuova Sabatini): opportunità a sostegno del commercio e delle attività produttive”, a cui seguirà una fase di dibattito aperto. Nella sessione pomeridiana Paolo Carnazza (MiSE Direzione Generale P.M.I. e Politica industriale) ha affrontato il tema “Misure per le start-up innovative”, Laura Iacone (MiSE DGvecssc “Sviluppi per la cooperazione” e Giulio Corsetti (MiSE Direzione Generale SCERP) “Reti Infrastrutturali di comunicazione e banda ultralarga”.

Nella parte finale dell’intensa giornata di lavori, che ha registrato anche molti interventi e richieste di approfondimento da parte dell’ampia platea dei partecipanti, è stata Infratel, società in house del MiSE, a presentare un quadro conoscitivo sugli interventi della banda ultralarga sul territorio, evidenziando “come il territorio piacentino da un punto di vista infrastrutturale sia a un livello più avanzato rispetto al resto del Paese e di questo siamo molto soddisfatti, nella considerazione che la digitalizzazione è la base dello sviluppo essenziale anche e soprattutto per le piccole e medie imprese di cui Piacenza è ricca”.

Gianpaolo Fornasari, Presidente di Cantina Valtidone, ha voluto in conclusione dei lavori sottolineare la valenza dell’incontro di oggi: “Stiamo uscendo da un momento difficile e quello di oggi, con la presenza a Piacenza di 7 dirigenti del Mise, e l’intervento del Vice Ministro, ad illustrare le opportunità e le possibilità per il nostro sistema imprenditoriale è un segnale di ottimismo e di sviluppo per il nostro territorio”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il viceministro Pichetto Fratin: «Avanzamento tecnologico fondamentale per lo sviluppo del Paese»

IlPiacenza è in caricamento