Lega Nord: «I profughi arrivati a Castellarquato hanno già lasciato le strutture»

La segreteria provinciale del Carroccio: «Ci è stata confermata da varie fonti la presenza di alcuni piccoli gruppi di immigrati in attesa del riconoscimento dello status di profugo in marcia verso la città. Tra di essi vi sono i venti giunti in mattinata a Vigostano di Castellarquato»

La fotografia fornita dalla Lega Nord con i profughi in marcia

La segreteria provinciale delle Lega Nord di Piacenza torna ad attaccare la gestione dell’accoglienza dei richiedenti asilo. «Ci è stata confermata da varie fonti - comunica la segreteria provinciale della Lega Nord - la presenza di alcuni piccoli gruppi di immigrati in attesa del riconoscimento dello status di profugo in marcia verso la città. Tra di essi vi sono i venti giunti in mattinata a Vigostano di Castell’Arquato, che sono stati avvistati a piedi lungo la strada per Fiorenzuola a poche ore dall’assegnazione dell’alloggio. Pare infatti che questi uomini in cammino, alcuni dei quali hanno creato qualche disagio in tangenziale a Fiorenzuola, non gradiscano di stabilirsi nelle strutture assegnate loro o di rimanervi ulteriormente».

«Si tratta di un pericoloso segnale – avverte il Carroccio – che le istituzioni non possono ignorare. L’accoglienza ad oltranza sta appunto Schermata 2015-07-06 alle 17.33.15-3mostrando tutta la sua ipocrisia anche nel Piacentino se i presunti profughi insoddisfatti arrivano al punto di allontanarsi dagli edifici che li ospitano. Governo, associazioni, cooperative e società private impegnate nell’accoglienza si interroghino sull’opportunità di ostinarsi con questo modello d’accoglienza. Chi non è in grado di gestire gli immigrati di cui dovrebbe farsi carico rivela solo la propria incompetenza e quindi dovrebbe essere sollevato dalla mansione. Governo ed istituzioni, dal canto loro, prendano coscienza del fatto che certi episodi creano insicurezza tra la popolazione, oltre a non mettere le forze dell’ordine in condizioni di operare come dovrebbero. Se ancora non fosse chiaro a qualcuno, siamo di fronte ad un altro evento che dimostra come le politiche del tandem Renzi-Alfano risultino fallimentari e creino problematiche tra la cittadinanza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento