menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della manifestazione Si Cobas del 13 marzo

Un momento della manifestazione Si Cobas del 13 marzo

«Manifestazione sul Facsal autorizzata ma bar, ristoranti, cinema, palestre chiusi: contraddittorio»

Il parlamentare piacentino Tommaso Foti, vice presidente vicario di Fratelli d’Italia alla Camera: «Una vergogna, i ministri Speranza e Lamorgese si diano una regolata»

«Appare veramente contraddittorio, a tacere d’altro, il comportamento dei Ministri della salute e dell’Interno. Il ministro Speranza firma infatti l’ordinanza che colloca da lunedì Piacenza in zona rossa, nonostante il fatto che l’indice di diffusione del virus non lo preveda. Al tempo stesso, il ministro dell’Interno Lamorgese, con circolare a firma del Capo di Gabinetto, prefetto Frattasi, non solo interpretativa, ma estensiva dei contenuti dell’articolo 10 del DPCM del 2 marzo 2021,  - lo sostiene in una nota il parlamentare piacentino Tommaso Foti, vice presidente vicario di Fratelli d’Italia alla Camera - consenta di autorizzare manifestazioni sindacali e politiche, come quella di sabato 13 marzo sul Pubblico Passeggio con la partecipazione di centinaia di persone, anche provenienti da più Regioni e con i più svariati mezzi di trasporto. Insomma: palestre, bar, ristoranti, teatri, cinema, sale di danza, devono per il Governo Draghi restare chiusi perché in essi si potrebbero (ma è pura fantasia) verificare assembramenti. In piazza o per le strade pubbliche, invece, per il governo Draghi si può fare di tutto e di più, a partire dagli assembramenti, questi sì fonte di diffusione dell’epidemia. Una vergogna: Speranza e Lamorgese si diano una regolata». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento