Mercoledì, 17 Luglio 2024
Verso le elezioni / Via Roma

«No all’immigrazione clandestina, vero schiavismo moderno. Si all’immigrazione regolare e ai profughi veri»

Il senatore Tony Iwobi in visita a Piacenza, presso il quartiere di via Roma, a sostegno dei candidati della Lega Piacenza e di Patrizia Barbieri

«Quello che contestiamo e contesteremo sempre è l’immigrazione clandestina, e come è stata gestita dalla sinistra. Io lo definisco uno schiavismo moderno, una vera e propria tratta di esseri umani che è inaccettabile». Così il senatore Tony Iwobi in visita a Piacenza, presso il quartiere di via Roma, a sostegno dei candidati della Lega Piacenza e di Patrizia Barbieri. Ad accompagnarlo, oltre ad alcuni candidati leghisti, il senatore Pietro Pisani e il capogruppo in Regione Matteo Rancan

«L’integrazione è un percorso serio e noi vogliamo agire con concretezza, lontani dalle ideologie; di conseguenza – continua - dobbiamo continuare ad agire anche qui, in quello che è considerato un quartiere difficile».

«Non è giusto - ha sottolineato ancora - che ci siano quartieri difficili all’interno della città, deve essere un quartiere vivibile garantendo la sicurezza per tutti, come abbiamo fatto in questi anni. Sono orgoglioso nel dire che la Lega è l’unico partito che non vuole creare ghetti sul territorio. Ciò che ci contraddistingue è dire che c’è un’immigrazione regolare, che esiste sul territorio, che conta quasi 6milioni di persone che pagano le tasse e contribuiscono per il 9% del Pil della nostra nazione per circa 148 miliardi di euro. Non vogliamo ignorarli. Auspichiamo di creare immigrazione di qualità».
«Chi scappa dalla guerra - conclude - deve essere aiutato e accolto, auspicando che quei conflitti cessino il prima possibile e lo stiamo già dimostrando nei territori che governiamo anche con l’emergenza ucraina. Quello che non va bene e non serve, è quell’immigrazione clandestina che lascia spazio alla tratta di esseri umani».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«No all’immigrazione clandestina, vero schiavismo moderno. Si all’immigrazione regolare e ai profughi veri»
IlPiacenza è in caricamento