menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Panchine rosse, arcobaleno, tricolori: il Consiglio si divide anche su questo

La panchina rossa per sensibilizzare sul tema delle violenze di genere e dei femminicidi sì. Quella arcobaleno – simbolo contro le discriminazioni sessuali – no. Dopo un vibrante dibattito durato oltre due ore, il Consiglio comunale ha respinto la proposta del Partito Democratico (eravamo all’interno del Dup, documento unico di programmazione) di installare due panchine colorate in città per riportare l’attenzione su due temi sensibili. L’ordine del giorno al Dup che conteneva le due proposte era unico, perciò il centrodestra ha deciso di cassare la richiesta. Per quanto riguarda la panchina rossa, era più che disponibile a parlarne.

«Come altri comuni, le panchine rosse (una o due) – ha spiegato durante la seduta di Consiglio del 16 settembre la consigliera del Pd Giulia Piroli - in giro per la città, sarebbero dedicate alle donne vittime di violenze e femminicidi. Sembra un gesto banale, ma è un modo per dare attenzione a un’emergenza continua: ogni 72 una donna è vittima di violenza. Allo stesso modo chiediamo di avere le panchine arcobaleno per sensibilizzare sul tema dell’orientamento sessuale, spesso discriminato. Queste due tematiche, nella vicenda di Elisa Pomarelli, si incrociano. È un’iniziativa trasversale». «Contro la violenza alle donne – ha così replicato l’assessore ai servizi sociali Federica Sgorbati - abbiamo proposto la colorazione della panchina, stavamo pensando la collocazione in città. Mi piacerebbe però concentrarmi sulla prevenzione dei femminicidi. Ad esempio citando il numero del Telefono Rosa sulla stessa panchina». L’assessore, nell’occasione, ha ricordato i 112mila euro all’anno stanziati dal Comune di Piacenza per Telefono Rosa e le sue attività al centro antiviolenza. «Contro le discriminazioni, non sono quelle sessuali, abbiamo uno sportello come Comune, lo sportello “antidiscriminazione” che raccoglie segnalazioni di vario genere per quanto riguarda razza, religione, età, handicap. Stiamo valutando di fare una panchina biancorossa, i colori della città, con il numero di telefono del nostro sportello». Così l’assessore ha suggerito al centrodestra di bocciare la proposta del Pd.

Molto ideologico e a tratti stucchevole il successivo dibattito sulla colorazione delle panchine. Chi le voleva biancorosse, chi tricolori, chi ha difeso l’idea di farle arcobaleno. Dall’opposizione ci si è appellati alla sensibilità di andare oltre le divisioni politiche e accogliere la proposta. Dal centrodestra massima apertura alle panchine rosse, ma quelle arcobaleno sarebbero sembrate un appoggio del Comune alle battaglie dei movimenti Lgbt.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lavoro domestico, 500 domande per sanatoria da Cgil e Cisl: «Stallo di mesi per iter rigido, a rimetterci sono le più fragili»

Attualità

La partenza del Giro entusiasma piazza Cavalli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento