Punti Inps, il Governo: «Vigileremo sul funzionamento»

Il sottosegretario al Lavoro Durigon risponde in Aula all’interrogazione di Murelli (Lega): «Impegno affidato ai parlamentari locali. Evitare disservizi ai cittadini che accedono ai servizi previdenziali»

Il Governo vigilerà sulla trasformazione, a livello nazionale, delle sedi Inps in “punti Inps” per «non arrecare un disservizio al bacino di utenza di riferimento». Lo ha detto il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, rispondendo alla Camera a un’interrogazione della deputata Elena Murelli (Lega) che aveva sottoposto il problema dei cambiamenti nelle sedi di Fiorenzuola e Castel San Giovanni. Il rischio, secondo Murelli, era quello di un depotenziamento dei servizi in bacini che raccolgono decine di migliaia di cittadini e di lavoratori. «I parlamentari - afferma Murelli - dovranno essere così le vedette, nei loro territori, per controllare che si creino situazioni di disagio o di disservizio. Durigon ha detto che la rimodulazione avviene per contenere la spesa pubblica e che lo spirito è quello «di garantire un miglioramento qualitativo dei servizi resi, ma ciò che non dev’essere in alcun modo pregiudicato è la garanzia di presidio del territorio e la prossimità delle strutture al cittadino fruitore del servizio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento