menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifondazione: «Finalmente la moschea a Piacenza. Ma la Lega è contro gli "infedeli"»

«Piacenza sprofonda sempre più negli "anni bui" del Medioevo. O almeno così parrebbe vedendo le polemiche politiche delle ultime settimane». Lo scrive in una nota la segreteria piacentina di Rifondazione comunista.
Si legge nella nota: «Prima il polverone alzato dalla conferma del cambio di scopo d'uso che sancisce, finalmente in maniera ufficiale, la nascita di una moschea anche a Piacenza. La costituzione tutelerebbe, infatti, la libertà di culto nel nostro Paese, ma la Lega (in primis la Murelli che, dall'alto dei suoi 600 euro chiede indagini sui finanziatori del luogo di culto) evidentemente non conosce il testo in questione e ancora oggi bandisce la croce contro gli infedeli, dichiarando guerra su tutto il territorio. Tanto da spingere l'assessore Opizzi a rimangiarsi la parola e a intervenire laddove diceva di non poter intervenire. Ora rimaniamo in attesa delle nuove illegittime ispezioni per scoprire come decideranno di impedire un diritto sancito dalla stessa Costituzione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento