menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riforma dei Confidi, primo sì del Senato. De Micheli: “Più accesso al credito per le piccole e medie imprese”

Il commento del sottosegretario all'economia sull'approvazione ottenuta in Senato della legge delega di riforma dei Confidi, lo strumento di garanzia e di accesso al credito per le imprese

“Il sì del Senato alla legge delega che riforma il sistema privato della garanzia è un passo importante nella direzione di sostenere l'economia, in particolare le piccole medie imprese, in questa delicata fase in cui si avvertono i primi segnali di ripresa. Inoltre a breve finalmente verrà pubblicato anche il Decreto attuativo della Legge di Stabilità che patrimonializza i Confidi con 225 milioni”.

E' quanto afferma il Sottosegretario all'Economia Paola De Micheli, nel commentare l'approvazione ottenuta in Senato della legge delega di riforma dei Confidi, lo strumento di garanzia e di accesso al credito per le imprese.

“Il disegno di legge si propone – fa notare – di rafforzare la capacità dei Confidi di porsi quali principali alleati delle piccole e medie imprese per sostenerle efficacemente anche attraverso forme innovative di intervento”.

“La riforma, che ora passa all'esame della Camera, consente infatti - prosegue Paola De Micheli - al sistema privato della garanzia di potenziare ulteriormente il ruolo di partner privilegiato delle imprese associate e, in questo modo, di sostenerne l’accesso al credito. Anche l’alleanza con le istituzioni pubbliche del territorio trarrà beneficio, grazie a maggiori e migliori strumenti per promuovere l’azione dei Confidi quale “braccio operativo” nell'attuazione dei loro interventi di politica economica”.

“Voglio ricordare che nella legge delega – conclude – sono stati individuati alcuni interventi per migliorare lo strumenti dei Confidi, tra questi l’incremento della loro patrimonializzazione, la razionalizzazione della filiera della garanzia e della controgaranzia, l'introduzione di elementi di innovazione nei prodotti e servizi, la tutela del carattere accessorio della garanzia, e la semplificazione degli adempimenti con nuove metodologie di valutazione degli impatti della garanzia sui sistemi economici locali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento