Cavalli: «Serve un bando anti-criminalità. A Piacenza esercizi colpiti decine di volte»

Question time del consigliere regionale: «Il caso del distributore Esso tra Castello e Borgonovo, colpito 26 volte. Servono azioni circostanziate e specifiche»

“Tutto come previsto. Avevamo chiesto alla Regione un impegno puntuale e preciso sulla sicurezza delle piccole e medie imprese commerciali e alla fine, nella risposta al nostro question time, il sottosegretario Alfredo Bertelli ci ha chiaramente detto che tra i 55 progetti cofinanziati dalla Regione negli ultimi anni nessuno è specificamente mirato alle piccole-medie attività commerciali, come invece meritoriamente fatto da altre Regioni ‘rosse’ come Liguria e Marche. Bertelli si arrampica sugli specchi e accampa le scuse della crisi per giustificare il preoccupante aumento di reati denunciati evidenziato nei giorni scorsi dal Sole 24 Ore. In realtà già nel 2008 la crisi mordeva, ma con Maroni ministro dell’Interno i dati erano ben diversi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così il consigliere regionale leghista Stefano Cavalli dopo la risposta del sottosegretario, oggi in Assemblea legislativa, al question time sulla sicurezza delle pmi commerciali presentato dal gruppo del Carroccio. “Gli ultimi, allarmanti, dati del Sole 24 Ore sottolineano come Forlì (+18.3%), Rimini (+13.9%), Ravenna (+13.7%) e Piacenza (+11.5%) siano tra le province che hanno registrato, dal 2010 al 2011, i maggiori aumenti di reati denunciati. A farne le spese, in gran parte, le attività commerciali, per le quali avevamo chiesto l’attivazione di uno specifico ‘Bando sicurezza anti-criminalità’. Niente è stato fatto e niente, perlomeno a breve, verrà fatto dalla Regione, che preferisce trattare la tematica della sicurezza come un tutto indifferenziato, illudendosi che bastino generiche azioni di ‘miglioramento della convivenza tra cittadini’, ‘interventi di mediazione’, ‘riduzione dell’inciviltà’ per risolvere un problema sempre più impellente e preoccupante. Nel piacentino abbiamo casi di attività commerciali interessate da decine di furti. E’ notizia del 7 agosto l’assalto a un distributore colpito altre 25 volte dai ladri. E’ emergenza e va affrontata come tale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento