Tagliaferri: «Bonaccini smentisce se stesso e fa marcia indietro sacrificando l'assessora Lori»

Il comunicato del consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri (Fratelli d'Italia)

«Il presidente Bonaccini chiede all'Assemblea di stralciare il condono dalla legge sulla riqualificazione urbanistica: come sempre il presidente scarica sull'Assemblea i suoi errori. Siamo seri: la legge con il "condono Bonaccini" è stata approvata dalla Giunta da lui presieduta, nel silenzio della Coraggiosa vicepresidente Elly Schlein». Così il comunicato del consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri (Fratelli d'Italia).

«Poi sono arrivati i niet di Verdi e sinistra e Bonaccini ha smentito se stesso, scaricato l'assessore Lori, e fa il furbo: cerca di cancellare la sua firma, anzi fa la voce grossa contro l'Assemblea. Se Bonaccini non voleva il condono era sufficiente che la sua Giunta non lo inserisse nella legge. Perché delle due l'una: o il Presidente concordava con tutta la legge oppure l'assessora Lori ha agito per conto proprio e allora Bonaccini deve dimissionarla. Ma visto che questo non accadrà e Lori è stata solo usata, vuol dire che Bonaccini era consapevole di cosa stava votando e adesso cerca di passare per il salvatore della patria per non inimicarsi i rosso-verdi».

«Presidente, permetta una domanda: se non voleva quegli articoli perché li ha inseriti nella proposta di legge approvata dalla Giunta da lei presieduta? La risposta la diamo noi: Bonaccini voleva il "condono Bonaccini", ma poi verdi e sinistra varia l'hanno messo spalle al muro e allora, pur di essere sempre dalla parte di chi vince, il Presidente ha fatto una capriola. Chissà come farà a spiegarlo a quelle associazioni industriali che l'hanno così copiosamente sostenuto in campagna elettorale. Fatti suoi: quello che ci interessa è non passare da fessi: Bonaccini non ha stoppato nessun condono, semplicemente ha smentito se stesso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento