Vigolzone, la piscina rimarrà chiusa fino a fine febbraio

Manca il certificato di prevenzione incendi: la piscina rimarrà chiusa per qualche settimana. Nei prossimi giorni verrà posizionata una scala antincendio per la palestra

La piscina di Vigolzone rimarrà chiusa per qualche settimana. L'amministrazione comunale di Vigolzone è venuta a conoscenza del fatto che il gestore della piscina - "Lombardia Nuoto" - comunale ha deciso di interrompere il servizio a partire dalla giornata del 16 febbraio, a causa della mancanza del certificato di prevenzione incendi. Gli uffici tecnici comunali avevano già consegnato una relazione con la quale dichiaravano che gli impianti potevano essere utilizzati durante il completamento dei lavori previsti all'esterno del plesso. «Già nell'ultima settimana di febbraio – spiega il sindaco Francesco Rolleri - verrà posizionata la scala antincendio a servizio della sala pesi che si trova al primo piano, mentre la parte della struttura dedicata al nuoto e ad altre attività natatorie non avrebbe risentito di particolari disguidi. Purtroppo prendiamo atto che la società di gestione ha deciso comunque di interrompere  l'attività chiudendo tutto l'impianto e non solo eventualmente la parte interessata dagli interventi, fino a quando i lavori non saranno terminati». Le opere richieste dai vigili del fuoco consistono principalmente nella posa della scala antincendio a servizio della sala pesi al piano superiore ed una diversa apertura per la sala termica. Sarà cura dell'amministrazione di Vigolzone di cercare di ridurre al minimo i disagi per l'utenza completando al più presto le opere. I tempi previsti per il completamento dei lavori imporranno uno stop di un paio di settimane. «Speriamo che l’attività – continua il primo cittadino – possa riprendere nella prima settimana di marzo, ma per il certificato definitivo di prevenzione incendi ci vorranno alcune settimane in più».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento