«Io e il mio cane guida aggrediti in centro da altri cani. I proprietari devono rispettare le normative sulla conduzione degli animali»

La segnalazione alla nostra redazione della disavventura in via Cavour da parte di un giovane non vedente

Filippo Siciliano e il cane Brigida

Dopo essere incappato nel giro di un anno in due esperienze spiacevoli con cani aggressivi in centro storico, mi sento di esporre brevemente alcune righe a riguardo, perché ciò non accada più né a me né a chiunque altro.

Mi chiamo Filippo Siciliano e sono un ragazzo non vedente, proprietario di un cane guida di nome Brigida; normalmente mi capita di muovermi per le vie principali del centro. Come tutti i possessori di cani mi succede di incontrare spesso durante la giornata diversi cani a passeggio con i propri padroni. Proprio in questi ultimi giorni all’altezza del bar Cavour mi sono imbattuto in una situazione che ha spaventato me e il mio cane, al punto che potevano esserci conseguenze ben più gravi. 

E' accaduto che, nel senso opposto al mio, sostava una coppia di ragazzi con al guinzaglio tre cani di grossa taglia apparentemente tranquilli. Alla vista di me e del mio cane i tre, in modo minaccioso, si sono avventati verso di noi. I proprietari venivano letteralmente trascinati dai propri animali senza riuscire a controllarli; colto dalla paura improvvisa ho lasciato la guida del mio cane per permettergli di mettersi al riparo, come ho fatto anch’io rifugiandomi dietro una macchina. Alcuni testimoni in quel momento presenti mi hanno riferito che Brigida è stata morsa da uno di quei cani, ma per fortuna è riuscita a scappare senza danno. I due ragazzi, riusciti a placare i loro cani, mi hanno chiesto scusa, dicendomi anche che non era successo niente. Con ciò voglio asserire che non ce l’ho direttamente con quei giovani, bensì voglio parlare a nome di qualunque persona - indipendentemente dalla mia disabilità visiva - e dire che certe cose non dovrebbero mai avvenire! 

Al riguardo voglio ricordare a tutti coloro che non ne sono al corrente, che esistono delle normative comunali affinché si possa convivere civilmente; se mi è permesso desidero fare menzione brevemente dei punti più cruciali.  Articolo 120: Il proprietario è responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’animale. Nei luoghi pubblici o liberamente accessibili i proprietari devono obbligatoriamente condurre gli animali al guinzaglio; in ogni caso i cani devono essere tenuti in modo di non creare danno, o poter aggredire persone o cose. I cittadini che possiedono cani con aggressività non controllata o di grossa taglia sono obbligati all’uso di museruola. 

Auspico che ci possa essere più buon senso e consapevolezza delle norme vigenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento