rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Basket

L'Assigeco è viva: allungata la serie a gara 4

Battuta Pistoia al PalaBanca dopo un tempo supplementare

ASSIGECO PIACENZA 94

PISTOIA BASKET 89

PARZIALI: 22-20; 49-37; 65-65; 82-82.

PIACENZA: Cesana 9, Sabatini 26, Gajic 5, Pascolo 16, Miaschi 15, Joksimovic n.e., Galmarini, McGusty 20, Soviero, Franceschi n.e., Querci 3. All. Salieri.

PISTOIA: Pollone 4, Wheatle 11, Magro, Copeland 17, Del Chiaro 6, Benetti 4, Allinei n.e., Varnado 20, Saccaggi 17, Della Rosa 10. All. Brienza.

Assigeco Piacenza spalle al muro alla palla a due di gara tre della serie contro Pistoia. Per i rossoblù di coach Stefano Salieri c'è solo una possibilità: vincere. L'approccio non è però dei migliori, visto che gli avversari si portano sullo 0-8. Pian piano l'attacco di casa inizia a prendere le misure alla difesa ospite, e la tripla di Miaschi vale il primo vantaggio della gara sul 16-15. Grazie ai canestri di McGusty e Pascolo, i più in palla, Piacenza mantiene il naso avanti e neppure il tiro della disperazione allo scadere, segnato dalla lunga distanza, permette a Pistoia di capovolgere il punteggio. Il secondo quarto è inaugurato dai tiri pesanti prima di McGusty e poi di Cesana, per un 6-0 che rinvigorisce l'Assigeco. Gli avversari reagiscono, ma Querci s'iscrive al festival dall'arco mentre Sabatini confeziona un gioco da tre punti per il 34-25 al 13'. Il match diventa anche un po' ruvido, come ci si poteva aspettare. I rossoblù però accettano la sfida, e mantengono la testa del punteggio con Sabatini che sale in cattedra. Il playmaker sigla 8 punti consecutivi con due bombe e un contropiede che costringe Pistoia a fermare il gioco sul 45-33 a 1'30" dall'intervallo. Vantaggio immutato per i padroni di casa al riposo lungo.

Secondo tempo

Alla ripresa delle ostilità torna a fare a fette la difesa avversaria Pascolo, che s'inventa un paio di canestri. E quando anche Sabatini arriva al ferro, il vantaggio Assigeco si allarga sul 59-45 allo scollinamento del 15' di gioco. La mira dall'arco favorisce i rossoblù che vanno a segno dalla distanza prima con Miaschi e poi con Gajic. Questi canestri permettono di tenere a debita distanza Pistoia che è costretta ancora ad inseguire con uno svantaggio di dodici lunghezze (65-53). Gli ospiti però sono squadra granitica, resistono e piazzano un break di 7-0. Coach Salieri non può lasciare nulla al caso, e allora interrompe la gara ricorrendo al minuto di sospensione. L'attacco di casa s'inceppa anche perché sale l'intensità degli avversari, che recuperano un altro pallone che viene convertito nella tripla del 65 pari. Parziale col quale s'iniziano gli ultimi seicento secondi dell'incontro. Cesana replica al primo canestro degli avversari, ma non al secondo (68-70). Il pari è comunque agguantato con un appoggio rovesciato di Sabatini, che poi in una fase di stallo della gara con tanti errori manda a bersaglio un tiro dai nove metri abbondanti per il più cinque. Pistoia chiama timeout al 36', ma è ancora l'Assigeco a rientrare meglio sul parquet, con la tripla di Cesana e il furto di Sabatini che confezionano l'80-70. Con oltre 3' da giocare la partita è ancora lunga, e infatti gli ospiti sono duri a morire e con un gioco da quattro punti ricuce sul meno due. Dopo un'altra palla persa, Piacenza subisce la penetrazione dell'82 pari a 26" dalla fine. L'ultimo possesso è gestito da McGusty, che riesce a prendersi una tripla centrale che viene sputata dal ferro. A pochi secondi dal termine Pistoia ha l'opportunità del tiro dell'Ave Maria che non va a segno.

Tempo supplementare

C'è bisogno di almeno 5' extra per decretare la vincitrice di questa gara tre. Ed è Pascolo a timbrare il primo canestro dei supplementari per il vantaggio Assigeco. Si assiste ad un paio di attacchi piuttosto confusionari, e si rimane per alcuni minuti sull'84 pari. Sabatini in penetrazione cerca il canestro, ma lo trova Pascolo con il tap in schiacciato. Pistoia replica con la tripla dall'arco per l'86-87 a 2' dal termine. Piacenza non muore mai, e Sabatini segna la bomba del nuovo più due. I rossoblù sprecano l'attacco che poteva chiudere i conti, e in contropiede gli ospiti impattano ancora a quota 89. La tripla di Miaschi in step back fa esplodere il PalaBanca, e poi è lo stesso esterno che dalla lunetta regala cinque lunghezze di vantaggio ai locali che vincono e allungano la serie a gara quattro da giocarsi sabato sera sempre a Piacenza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Assigeco è viva: allungata la serie a gara 4

IlPiacenza è in caricamento