Copra TTP, il record passa per Cavriago

Domani il Copra TTP in campo contro la reggiana Cavriago. Grande attesa e un po' di scaramanzia in casa piacentina, dove domani si potrebbe agganciare la vittoria numero 23. Ma l'avversario è temibile, soprattutto dopo le bruciature delle ultime sconfitte e il cambio della guardia in panchina

Parla con le metafore per sfatare le superstizioni, il team manager del Copra TTP, Marco Scianò. Alla vigilia della partita che potrebbe far volare il basket piacentino al record delle 23 vittorie consecutive, senza sbilanciarsi troppo, ma con grinta, Scianò commenta: “parte la corsa all’aggancio del record. Quel 23, che ormai si fa desiderare come non mai e che nella smorfia piacentina, significa solo e soltanto applausi, potrà solamente esser centrato, attraverso un doppio successo nei due prossimi appuntamenti”.

E i prossimi appuntamenti, per i ragazzi di coach Paolo Piazza, sono Cavriago domani e Costa Volpino mercoledì (al Palanguissola, ore 21). Cosa serve è presto detto: calma e sangue freddo. Con un tocco di modestia, poi, Scianò a nome della squadra chiede “di rimandare glorie ed onori (e a maggior ragione applausi) alla fine, a giugno”.
  L'avversario di domani è pronto a tutto: le sue ultime sconfitte bruciano  

Già, perché domani c'è un avversario cui rombano già i motori e che cerca un riscatto contro le ultime due brucianti sconfitte. Un Cavriago assetato e un po' dissestato, allora, quello che domani incontrerà il Copra TTP. Il bottino della passata settimana, in casa reggiana, non è stato dorato. Prima, la bruciante sconfitta contro il fanalino di coda Vergani Soresina, la seconda consecutiva, dopo quella nel derby contro Novellara (addirittura in casa) e quelle contro Salò, Crema e Bergamo.

Poi, cambio della guardia in panchina: via coach Paolo Castellani sollevato dall’incarico e squadra affidata al trio Nicola Peroni, Renato Brevini e Davide Degl'Incerti Tocci, già in organico nello staff tecnico della società.

Adesso, occhi puntati sulla sfida di domani. Nell'incontro di andata, Piacenza si impose al Plasport di largo Anguissola per 87 a 75, con le ottime prestazioni personali di Bianchi, Boni, Sconochini e Dell’Aquila e soprattutto Pozzi: incisive le sue realizzazioni da 3 punti nel quarto quarto.



Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento