menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fulvio Pea

Fulvio Pea

Lega Pro, il Pro Piacenza chiude l'anno con la Pistoiese

Anticipo di campionato per il Pro Piacenza, i rossoneri chiudono il loro anno solare giocando giovedì contro la Pistoiese nell'anticipo della seconda giornata di ritorno di Lega Pro

Anticipo di campionato per il Pro Piacenza, i rossoneri chiudono il loro anno solare giocando giovedì contro la Pistoiese nell’anticipo della seconda giornata di ritorno di Lega Pro. Un incontro che i piacentini dovranno approcciare con l’obbligo della vittoria, tre punti che mancano ormai da 6 turni nei quali i ragazzi di Pea sono stati in grado di racimolare solo 2 pareggi ripiombando in piena zona play-out. Per valutare appieno i rossoneri manca tuttavia all’appello il recupero di gennaio con il Siena, anche se è evidente come l’impegno di domani rappresenti una tappa fondamentale per cercare di incrementare quel bottino di punti per evitare la coda degli spareggi salvezza.

La prevedibile sconfitta di Alessandria ha tuttavia lasciato qualche amarezza legata ad un andamento dell’incontro che ha presentato diversi margini per i rossoneri incapaci di capitalizzare almeno due occasioni concesse dei padroni di casa e troppo discontinui nel pacchetto arretrato con tutte le marcature piemontesi siglate con la collaborazione di una difesa che ha concesso troppo agli infallibili Bocalon e Gonzalez. Ora è tempo per il Pro di tornare a muovere la classifica con una certa continuità con i tre punti che mancano ormai dalla tredicesima giornata al fine di evitare di vivere un girone di ritorno in totale apnea; per il match contro gli arancioni Pea dovrebbe ripresentare la coppia Pesenti-Musetti , mentre per l’out di sinistra la scelta è tra il più difensivo Calandra ed l’intraprendente Sane con il primo ultimamente preferito per una maglia da titolare, per il resto formazione scontata con il trio di centrocampo Cavalli-Pugliese e Rossini e con il pacchetto arretrato composto da Bini, Sane e Sall. Gli arancioni di Remondina arrivano a Piacenza dopo il brutto pareggio interno con la Lupa Roma che ha in parte rallentato la rincorsa alla zona play-off dei toscani; formazione ospite costruita in estate per puntare decisamente ad un posto tra le prime dieci ma che , soprattutto nella parte iniziale, ha sofferto una notevole discontinuità di risultati e di rendimento che l’hanno inchiodata in un limbo di un anonimo centro classifica.

Ben 25 reti segnate , le stesse marcature  di squadre ben più avanti in classifica  come Renate e Giana ed una in più del Piacenza, ma anche 24 gol al passivo, superiore a formazioni di bassa classifica come il Tuttocuoio e lo stesso Pro, con il pacchetto arretrato che spesso ha vanificato il buon lavoro offensivo del tridente di punta. La Pistoiese si schiera con un modulo  4-3-2-1 con diverse soluzioni in avanti :  a centrocampo mancherà Hamlili , per cui spazio a Luperini a fianco del regista Minotti e dell’incursore Benedetti mentre in attacco a fianco del punto fermo Rovini (già 7 reti , senza tirare rigori) potrebbero giocare, vista la squalifica dell’ex Cittadella Bellazzini,  l’eterno Colombo (temibile sulle palle aeree) e la rapida punta esterna Gyasi senza dimenticare  il trequartista Finocchio. Toscani reduci da una seconda parte di girone di andata comunque in crescendo con sole due sconfitte nelle ultime nove uscite con quattro vittorie che hanno riportato la squadra di Remondina a ridosso della prima parte di graduatoria dopo le prime giornate vissute.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento