Va in archivio la seconda edizione della Scuola calcio "Goals"

Una scuola calcio gratuita per bambini dai quattro ai sette anni, che ha permesso anche a ragazzi più grandi di confrontarsi con il difficile compito dell'educazione

Una scuola calcio gratuita per bambini dai quattro ai sette anni, che ha permesso anche a ragazzi più grandi di confrontarsi con il difficile compito dell'educazione. Si è conclusa a Borgotrebbia nei giorni scorsi, con una giornata di festa, la seconda edizione della Scuola calcio "Goals", iniziativa vincitrice del bando del Comune di Piacenza "Giovani progetti", che premiava il protagonismo giovanile con un contributo economico. Ad organizzare la scuola calcio è stata l'associazione "L'albero di noci", impegnata in progetti di educazione informale, attraverso lo strumento dello sport. "L'idea è nata dall'esigenza di alcune famiglie del quartiere con difficoltà economiche - spiega il presidente dell'associazione Manfredi Curtò - che non potevano permettersi una normale attività sportiva per i propri bambini. Dopo aver raccolto la disponibilità di due allenatori professionisti della società Spes Borgotrebbia abbiamo voluto quest'anno offrire un valore aggiunto: sono stati coinvolti quindici ragazzi delle scuole superiori, che dopo un periodo di formazione hanno svolto il delicato compito di tutor, intervenendo nei giochi e nelle attività". 

I ragazzi, al termine di ogni incontro, hanno compilato un diario in cui, attraverso un percorso di autonarrazione, hanno raccontato emozioni e difficoltà del proprio compito di educatori. "Il successo è stato grande - continua Curtò - non solo per i numeri, con oltre trenta bimbi partecipanti e oltre un centinaio di adulti coinvolti a vario titolo dalle attività, ma per la richiesta da parte dei bambini, dei genitori e degli adulti e dei ragazzi di ripetere l'iniziativa".

Accanto alla scuola calcio sono stati poi organizzati momenti formativi, aperti al pubblico, che hanno visto la partecipazione di ragazzi di tutta la città e della provincia, educatori ed allenatori. "L'associazione, composta esclusivamente da ragazzi, grazie alla collaborazione del Comune di Piacenza, della società Spes Borgotrebbia e della parrocchia dei Santi Angeli Custodi è riuscita a realizzare un'iniziativa concreta - conclude il presidente Curtò - in un quartiere difficile, ma ricco di potenzialità".

scuolacalcio2-2

scuolacalcio1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento