menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley-mercato: Lpr in prima fila. Giuliani verso il divorzio?

Siamo ancora nel pieno della stagione agonistica con i play-off che stanno per entrare nel vivo ma già impazza il volley-mercato

Siamo ancora nel pieno della stagione agonistica con i play-off che stanno per entrare nel vivo ma già impazza il volley-mercato. L’Lpr Piacenza è in prima fila dopo un’annata che, indipendentemente da come finirà la qualificazione alla Challenge Cup, è stata di gran lunga sotto le aspettative. Dopo una campagna trasferimenti, quella dello scorso anno, sviluppata gioco forza ad  iscrizioni già chiuse e con soli tre giorni a disposizione, quest’anno l’obiettivo è di costruire la squadra con un buon anticipo  mettendo a disposizione una rosa che nel giro di un paio di stagioni possa tornare a competere per i primi posti. Nessun proclama o obiettivo prefissato, ma solo l’idea di avere una squadra che possa ridare quelle soddisfazioni mancate negli ultimi due campionati.

TECNICO: la prima casella da sistemare è ovviamente quella del coach. Alberto Giuliani ha ancora un anno di contratto ma , mentre la sua riconferma pareva scontata fino a qualche settimana fa, ora sembra tiri aria di divorzio. Il tecnico marchigiano sembra prossimo alla panchina della Gi Group Monza, scelto per riaprire un ciclo dopo l’era Vacondio; evidentemente le tante sconfitte stagionali e l’umiliante ultimo posto in classifica paiono aver convinto la dirigenza biancorossa ad un deciso colpo di spugna in panchina. Il tutto accelerato anche dalla clamorosa possibilità arrivare al ritorno di Angelo Lorenzetti che ha già annunciato il suo addio alla panchina di Modena (sulla quale dovrebbe arrivare Radostin Stoitchev); soluzione non facile da perseguire soprattutto per motivi di budget ma certamente Guido Molinaroli farà un tentativo per cercare di riportare il tecnico dello storico scudetto del 2009 e dimessosi nel 2012. In alternativa sono pronti Nikola Grbic, palleggiatore di Piacenza per 4 stagioni ed attualmente tecnico della nazionale serba e già accostato all’Lpr nel dicembre scorso all’acuirsi della crisi della squadra biancorossa e Vitali Heynen, allenatore di Tours e della Germania. Per entrambi, tuttavia, vi è da sciogliere il nodo legato al doppio incarico club-nazionale, si vuole evitare l’errore commesso nell’estate scorsa con Giuliani, allora tecnico anche della Slovacchia, che saltò di fatto tutta la preparazione precampionato  al PalaBanca. Di certo una soluzione definitiva la si avrà solo al termine dei play-off.

PALLEGGIATORE: si era inizialmente parlato di un altro gradito ritorno, quello di Luciano De Cecco che certamente terminerà la sua esperienza biennale alla Sir Safety Perugia. Il giocatore argentino sembra però propendere per un’esperienza fuori dai confini a meno che non si liberi il posto di Bruno (possibile un ritorno in Brasile per lui) alla Dhl Modena. In questo caso sara’ con tutta probabilità lui il nuovo regista canarino. A Piacenza arriverà molto probabilmente invece il forte e fantasioso palleggiatore cubano Raydel Hierrezuelo, da due anni a Molfetta e stabilmente tra i migliori nel suo ruolo. Insieme al compagno di diagonale ed amico Hernadez, forma una catena di attacco rodata e dalla sicura esplosivita’ fisica e tecnica,  capace nel 2010 di portare Cuba a sfiorare il titolo mondiale. Come riserva l’idea è quella di confermare Rodrigues Tavares anche se e’ possibile che il palleggiatore portoghese voglia provare un’esperienza da titolare dopo due stagioni a Piacenza tra campo (poco) e panchina (tanta).

OPPOSTO: salutato il deludente Luburic la scelta è caduta decisa sul miglior opposto stagionale. Sara’  Fernando Hernandez il nuovo bombardiere biancorosso. All’esordio nel campionato italiano ha trascinato Molfetta dalla zona retrocessione sino al quinto posto. Secondo solo ad Atanasijevic nella classifica dei marcatori, forma con il connazionale Hierrezuelo una diagonale mancina di tutto rispetto. I due si conoscono alla perfezione avendo giocato insieme sia nell’Havana e sia nella nazionale cubana, per cui non ci saranno problemi ne’ di ambientamento nè tantomeno di intesa in campo. Se si riformerà anche a Piacenza la “doppia H”, allora Lpr avra’ un’asse offensivo di valore internazionale.

SCHIACCIATORI: la prima scelta è quella legata a John Gordon Perrin. Lo schiacciatore canadese è stato uno dei migliori in stagione anche se ha patito un rendimento altalenante. L’idea è quella che meriti la  ricconferma a meno che non arrivino offerte economicamente allettanti dall’estero. Accanto a lui il sogno malcelato è quello del ritorno di Leonell Marshall,per lo schiacciatore cubano (che potrebbe giocare anche da italiano) il nodo è solamente legato all’ingaggio attualmente troppo elevato. Se dalla Cina o dal Brasile non arrivassero proposte particolarmente allettanti è possibile che scelga di chiudere la carriera in maglia piacentina. Altro obiettivo emerso di recente è quello del posto 4 di Molfetta Michele Fedrizzi, giocatore giovane ma già di buona esperienza con la maglia della Diatec Trento.  Già sicuro della riconferma come quarto schiacciatore e secondo libero l’eterno e sempre affidabile Samuele Papi,ormai pienamente calato nei panni di specialista di seconda linea. Totalmente da valutare la posizione di Hristo Zlatanov non più sicuro di un posto da titolare ma che potrebbe rimanere come uomo bandiera e come elemento di esperienza per gli altri schiacciatori.

CENTRALI:tramontato sul nascere Robertlandy Simon il quale, dopo la parziale chiusura delle frontiere coreane (solo uno straniero giovane tesseabile dal prossimo anno), si accaserà la Sada Cruzeiro. Le scelte per questo ruolo dipenderanno principalmente dal numero degli schiacciatori stranieri. Se entrambi saranno di oltre confine allora sicuramente la scelta cadrà per una batteria al centro totalmente tricolore. In odore di riconferma Luca Tencati, sempre puntuale e performante ogni volta che è stato chiamato in causa. Sicuro il ritorno di Milano di Aimone Alletti, reduce da una buona stagione in maglia Revivre e desideroso di riprendersi la maglia azzurra vestita la scorsa estate. Accanto a lui si era fatto il nome in passato del centrale bulgaro Teodor Todorov, miglior centale ai recenti campionati europei ed impegnato nell’attuale stagione in Champions League con Lugano. La scelta del secondo centrale è comunque subordinata alla composizione del reparto ricevitori.

LIBERO: sicuro della riconferma lo sfortunato Loris Mania, fermato a dicembre da un infortunio che ne ha precluso tutta la stagione. Buone comunque le sue prestazioni fin tanto che e’ rimasto in campo, è sicuramente un libero di esperienza e di sicura affidabilità e continuità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento