rotate-mobile
Attualità

A Palazzo Farnese 100 bambini e ragazzi per disegnare la città del domani

I progetti per la Piacenza del futuro emersi dalla mattinata dedicata al Pug YOUng, laboratorio che ha coinvolto un centinaio tra bambini e ragazzi di diverse fasce d'età

Più aree verdi e parchi anche nei quartieri periferici, scuole protette dal traffico veicolare, nuovi spazi culturali e poli bibliotecari, piste ciclabili interconnesse per collegare in modo sicuro e sostenibile città e provincia, sponde del Po più fruibili e riqualificate, immobili dismessi da rigenerare, più eventi di aggregazione per i giovani. Sono solo alcuni dei progetti per la Piacenza del futuro emersi dalla mattinata dedicata al Pug YOUng, laboratorio che ha coinvolto un centinaio tra bambini e ragazzi di diverse fasce d'età, dalla scuola primaria agli universitari, nell'ambito del percorso partecipativo che condurrà al nuovo Piano urbanistico generale.

Dopo i saluti iniziali della sindaca Katia Tarasconi, degli assessori Adriana Fantini e Francesco Brianzi, sotto l'egida dell'urbanista Andrea Panzavolta di Formattiva, coadiuvato da Gianluca Ruotolo, i giovani cittadini si sono confrontati in piccoli gruppi e condividendo, al termine di ogni sessione di lavoro, i temi portanti delle loro riflessioni. Ne sono scaturite proposte diverse, accomunate dal desiderio di vivere appieno il territorio e di poter contare su iniziative di aggregazione che favoriscano l'incontro e la socialità: da una maggiore interattività dei Musei all'organizzazione di attività di doposcuola e sale studio, eventi dedicati alle nuove generazioni e spazi per la musica, i concerti, il cinema, l'organizzazione di campi estivi che siano un'occasione di crescita e formazione, ma rappresentino anche un'opportunità di lavoro. E poi l'idea, declinata in diversi modi, dello scambio intergenerazionale: dallo slogan adotta uno studente, coniato da un universitario per indicare l'opportunità di alloggiare con persone più anziane in cambio di compagnia e piccoli servizi, a progetti che valorizzino il patrimonio di memoria storica della terza età.

«È stata un'occasione importante di coinvolgimento – sottolinea l'assessora Fantini – resa possibile dalla disponibilità degli atenei del territorio, dirigenti scolastici, insegnanti, Consulta degli studenti e operatrici del Consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze: ringrazio ciascuno per il contributo prezioso garantito con la propria partecipazione, che ci ha consentito di fare delle attività collegate al PUG un vero e proprio laboratorio di cittadinanza attiva per tutte le età. Era fondamentale, per noi, ascoltare la voce di chi vivrà la Piacenza del domani, perché è innanzitutto per loro che ci stiamo impegnando a progettarla». «Particolarmente significativo – aggiunge l'assessore Brianzi – anche il fatto di aver coinvolto tra i presenti le rappresentanze degli studenti come la CPS Consulta Provinciale degli Studenti e i rappresentanti degli studenti degli atenei del territorio: giovani con responsabilità protagonisti del proprio domani, in un dialogo su cosa possano fare per la nostra città. E' un interrogativo tutt'altro che scontato, da cui sono emersi propositi come il volontariato, la cura dei beni comuni e degli spazi condivisi, il rispetto dell'ambiente e la sostenibilità delle proprie scelte quotidiane, ma anche la consapevolezza di quanto valore abbia la partecipazione per costruire, insieme, il futuro».

Presenti oggi 12 componenti del Consiglio comunale dei Ragazzi, tutti frequentanti la classe 5°, dalle primarie San Lazzaro, Giordani, Don Minzoni, Mucinasso e Mazzini. Oltre una quarantina gli studenti delle medie, con due sezioni della Calvino: la 3° B della sede di via Stradella e la 3° D della sede di via Boscarelli. Accanto a loro gli studenti dei licei Gioia, Respighi e Cassinari, dell'Isii Marconi e dell'Istituto Tramello, dell'Itas Raineri e degli istituti Romagnosi e Casali, nonché gli universitari frequentanti i corsi di laurea in Scienze Infermieristiche e Medicina in lingua inglese dell'Università di Parma, di Scienze e Tecnologie Alimentari e di Food Marketing dell'Università Cattolica di Piacenza, del Polo territoriale del Politecnico e del Conservatorio Nicolini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Palazzo Farnese 100 bambini e ragazzi per disegnare la città del domani

IlPiacenza è in caricamento