menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alta Val Tidone, alla Festa dei Mugnai premiato il "Molino Pagani"

Ha fatto nuovamente centro la "Festa dei Mugnai" che si è tenuta come sempre la domenica antecedente Santa Caterina d'Alessandria patrona dei mugnai nel comune Alta Val Tidone presso il Borgo Mulino Lentino. La location è stata la cornice ideale di un evento molto particolare che, arrivato alla nona edizione, è diventato un appuntamento imperdibile per chi lavora o comunque è affascinato dalle farine e di quello che un tempo era "il mondo dei mugnai". L'associazione "La Strada dei Mulini" che da sempre organizza e promuove l'evento ha arricchito il programma che prevedeva la possibilità di assistere alle visite guidate all'antico mulino ad acqua, visitare la mostra sui cereali antichi, il museo dell'arte molitoria e "Le immagini di Carlo Cassi Fotografo in Val Tidone" in ricordo del fotografo che per tanti anni ha immortalato persone e luoghi della vallata.

All'interno del borgo c'erano stand espositivi di prodotti del territorio, tra cui la forgiatura del ferro e la lavorazione del legno, che hanno attratto tutti i presenti. Sono stati sfornati bataro' DeCO, degustati i vini DOC dei produttori dell'associazione organizzatrice, i salumi DOP, la zuppa di ceci e la polenta con il ganassino per tutta la giornata. Come di consueto c'è stata la possibilità di acquisto di farine e di miele. Grande successo per l'olio nuovo della Val Tidone.

Nel pomeriggio don Silvio Cavalli, già parroco di Calendasco e Sarmato e attuale parroco di Turro, nonché socio onorario dell'associazione "La Strada dei Mulini", ha impartito la benedizione della ruota e dei prodotti del mugnaio, ricordando l'importanza del pane come elemento di unione e come presenza fondamentale nella vita quotidiana dell'uomo.

Successivamente Daniele Razza, a nome dell'associazione organizzatrice, ha introdotto le autorità presenti: Matteo Lunni, consigliere provinciale, che ha ricordato come l'evento si inserisce nella valorizzazione della tradizione e delle peculiarità proprie della provincia di Piacenza che intende seguire la nuova amministrazione (storia Cristiana in ricordo di Santa Caterina, le macine e il mulino in ricordo del lavoro, la tipicità dei prodotti locali presenti, l'impegno del mondo associativo); Daniela Braga in rappresentanza del comune di Sarmato; Simona Traversone, assessore del neonato comune Alta Val Tidone, che ha ribadito come la nuova amministrazione intende sostenere e promuovere luoghi ed eventi come questo ringraziando tutti gli organizzatori, a partire da Fausto Borghi. Tutte le amministrazione presenti hanno patrocinato l'evento: oltre a loro, la manifestazione è stata realizzata in collaborazione con l'AIAMS (Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici), il Consorzio di Bonifica di Piacenza e l'associazione "Sentiero del Tidone" (presente con un proprio stand).

Molto partecipato il momento della "Premiazione dei Mugnai Storici" che ha visto la consegna della targa da parte del vicepresidente della "La Strada dei Mulini" Ferdinando Oppizzi al "Molino Pagani", azienda storica lombarda che da ben sette generazioni gestisce una realtà in grado di produrre ben 550  tonnellate di grano al giorno, la più grande in Lombardia e tra le prime in Italia. La famiglia Pagani dal 1803, perseguendo il motto "Qualità, Tradizione, Innovazione", è riuscita a diventare, grazie a Battista, Giuseppe, fino agli attuali fratelli Giuseppe e Davide, un'azienda moderna che ha tra i propri clienti Ferrero (i famosi "Ferrero Rocher") e Barilla, oltre ad artigiani panificatori, grossisti, pizzerie e pasticcerie. Era presente Davide Pagani con la famiglia che ha ritirato il premio ringraziando "La Strada dei Mulini" per la targa ricevuta e per aver creato questo evento e questo particolare riconoscimento.

In chiusura Fausto Borghi, presidente dell'associazione "La Strada dei Mulini" e proprietario del Borgo Mulino Lentino con la moglie Antonella, ha voluto ringraziare i presenti per la numerosa presenza che aumenta ogni anno e soprattutto tutti gli associati che in maniera volontaria e con grande impegno riescono tutte le volte a realizzare una manifestazione che è diventata una realtà a livello locale e provinciale e ha dato appuntamento al prossimo anno quando verrà festeggiata la decima edizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento