Cinque nuove telecamere di lettura targhe a Pittolo e I Vaccari, approvato il progetto esecutivo

Tassi e Zandonella: «Massima attenzione e impegno per la sicurezza dei cittadini»

E' stato approvato il progetto tecnico esecutivo che vedrà nei prossimi mesi l'installazione di 5 nuove telecamere di lettura targhe, tre a Pittolo e due a I Vaccari, che andranno ad implementare il sistema di videosorveglianza attiva presso il Comune di Piacenza. Nello specifico, a I Vaccari le due telecamere saranno posizionate all'accesso Ovest della frazione dalla Strada Provinciale 6 e all'accesso Nord da Strada Mussina. A Pittolo saranno installate all'accesso Est dalla Strada Statale 45, Ovest da Strada alla Mola e Nord da Via Leonardi. 

«Le nuove telecamere – spiegano gli Assessori ai Lavori Pubblici Marco Tassi e alla Sicurezza Luca Zandonella – integreranno il Tassi, Zandonella e Sgorbati-2complessivo progetto di videosorveglianza che l'Amministrazione Barbieri sta attuando su tutta la città, con particolare attenzione alle vie di accesso e alle frazioni. Dopo il progetto che ha ottenuto il cofinanziamento del Ministero dell'Interno e che ha permesso di installare 40 nuove telecamere di sicurezza, di cui 11 di lettura targhe, questo nuovo intervento è un'ulteriore dimostrazione dell'attenzione e dell'impegno che stiamo riservando al tema della sicurezza in città. Le telecamere di Pittolo e I Vaccari rispondono a un'esigenza avvertita dai cittadini delle due frazioni, verso i quali ci eravamo assunti un preciso impegno che con questo progetto andiamo a concretizzare». 

L’intervento, del costo complessivo a carico del Comune di Piacenza di 60 mila euro, consentirà – come specificato nel progetto - di prevenire fatti criminosi attraverso un’azione di deterrenza che la presenza di telecamere è in grado di esercitare; favorire la repressione di fatti criminosi qualora avvengano nelle zone controllate dalle telecamere, ricorrendo alle informazioni che il sistema sarà in grado di fornire; sorvegliare in tempo reale zone che di volta in volta presentano particolari elementi di criticità, in concomitanza di eventi rilevanti per l’ordine e la sicurezza pubblica e/o per l’incolumità dei cittadini, compresi quelli che richiedono interventi di protezione civile; rassicurare i cittadini attraverso una chiara comunicazione sulle zone sorvegliate; conseguire la perfetta integrazione con i sistemi di videosorveglianza già operativi presso il Comune di Piacenza; garantire la massima qualità delle immagini nonché efficacia ed efficienza del sistema di videosorveglianza comunale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento