rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Attualità Nibbiano

Consumo critico e degli stili di vita sostenibili, il comune di Alta Val Tidone "fa la cosa giusta"

Il Comuneha attivamente partecipato all’iniziativa durante le tre giornate di Fiera promuovendo il suo territorio, l’arte e la cultura che offre, insieme alle eccellenze culinarie che lo caratterizzano

Si è chiuso a Milano l’evento fieristico ‘’Fa’ la cosa giusta 2022”, dedicata al consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Sono stati 41 mila   i visitatori   che quest’anno hanno visitato gli stand della grande fiera nazionale, ricca di nuove proposte, un’opportunità e una vetrina per investire il nostro impegno nello sviluppo turistico della nostra valle.
Il Comune di Alta Val Tidone ha attivamente partecipato all’iniziativa durante le tre giornate di Fiera promuovendo il suo territorio, l’arte e la cultura che offre, insieme alle eccellenze culinarie che lo caratterizzano. Un debutto di successo per il nostro comprensorio che ha suscitato interesse e curiosità tra i presenti, soddisfatti e intrattenuti dagli operatori presenti allo stand.
Grazie all’adesione e alla partecipazione dei nostri operatori, siamo stati in grado di mostrare e far conoscere a un'ampia platea di visitatori gli asset e le risorse che si possono trovare nel Comune, insieme agli assaggi  di uno dei prodotti De.Co. di cui siamo estremamente orgogliosi: il Batarò, farcito con le dop della zona.
Per l’Alta Val Tidone partecipare alle fiere e agli eventi promozionali fa parte di un disegno di diffusione di conoscenza di un territorio antico, ma relativamente nuovo in termini di costituzione. L’obiettivo primario è quello di avere ricadute positive, sia in termini di visibilità dell’intera Valtidone sia come indotto per i produttori locali e per i diversi settori coinvolti per svelare un territorio, le attività turistiche, commerciali e di servizi che vi risiedono ed operano.
L’Amministrazione Comunale è impegnata ogni giorno nella valorizzazione delle risorse turistiche, paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche, considerate in una virtuosa ottica d’insieme e secondo una strategia unitaria.

Come dimostra l’appena conclusa partecipazione alla manifestazione, la promozione è un momento fondamentale per diffondere la conoscenza dell’Alta Val Tidone, valle dai tesori nascosti ancora poco frequentati e che invece sono chiamati anch'essi, oggi come non mai, al sostegno delle   attività presenti e allo sviluppo generale del territorio.
Centinaia di visitatori sono transitati davanti ai nostri due stand, uno collocato nell’area dedicata allo street food e l’altro in una zona riservata alla promozione territoriale. Un alternarsi di guide ed esperti si sono intervallati durante le tre giornate per raccontare le varie attività che i turisti possono svolgere nella vallata, dove pernottare, quali sentieri scegliere e dove pranzare, per poter costruire la vacanza perfetta in Alta Val Tidone.
Siamo profondamente convinti che essere stati accanto per tutti i tre giorni ai nostri operatori e produttori porterà a risultati tangibili e visibili ma che già abbiamo potuto toccare con mano.
Da questa meravigliosa esperienza ripartiamo insieme per raggiungere uno dei nostri più grandi sogni: portare quanti più italiani e stranieri a visitare le ‘’chicche’’ del nostro territorio e lasciare loro un ricordo positivo e la voglia di ritornare.

Un ringraziamento particolare agli operatori del territorio che hanno contribuito a rendere speciale questa prima edizione: Comitato Organizzativo Sala Mandelli per aver fatto assaggiare agli avventori della fiera il Batarò uno dei simboli dell’enogastronomia della Valle, Sara Botteri, guida ambientale, escursionistica e narratrice del gusto, Mirna Filippi, guida ambientale escursionistica, ASD Team Ciclo Sport Tidon Valley, Associazione “Sentiero del Tidone”, Azienda Agricola “Boschi del Ducato”, Passerini Vini, La Torretta Vini, Salumi Grossetti, Molino Dallagiovanna e Panificio Vida.
Così abbiamo fatto la cosa giusta, per un cammino verso la ripartenza e lo sviluppo del nostro territorio. Ma non possono mancare i ringraziamenti a coloro che hanno creduto in noi, accompagnato e supportato in questa bellissima avventura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consumo critico e degli stili di vita sostenibili, il comune di Alta Val Tidone "fa la cosa giusta"

IlPiacenza è in caricamento