Gragnano conferisce la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Dal sindaco è giunto il ringraziamento a tutti i consiglieri senza distinzione, di maggioranza o di minoranza, che hanno immediatamente condiviso e fatto proprio lo spirito della proposta

Il gruppo

Mentre il Parlamento Europeo tributava un interminabile applauso al discorso della senatrice a vita Liliana Segre, nella sede del Municipio di Gragnano Trebbiense il consiglio comunale, all'unanimità, unitamente al Consiglio Comunale dei Ragazzi e a una rappresentanza di studenti della Scuola Media di Calendasco, deliberavano il conferimento della cittadinanza onoraria alla signora Segre.

«Un momento davvero indimenticabile, uno dei più belli della mia esperienza di sindaco», afferma Patrizia Calza. «Liliana Segre non aveva certo bisogno di una nuova cittadinanza onoraria, tanto più di quella di Gragnano. Abbiamo voluto questa iniziativa, inconsueta nelle modalità, per diverse ragioni. Per rassicurare la senatrice che la sua eredità, quando anche lei come gli altri sopravvissuti alla Shoah se ne saranno andati, sarà raccolta da noi e dalle nuove generazioni e la lotta all'indifferenza sarà portata avanti; per rispondere  ai rigurgiti di odio e di razzismo che purtroppo si stanno in modo preoccupante ripresentando nel mondo e anche nel nostro Paese; per rinnovare l’ invito ai ragazzi ad essere protagonisti del cambiamento che vorrebbero vedere nel mondo, a partecipare, a fare sentire la propria voce; infine per ricordare agli adulti la grande responsabilità che abbiamo rispetto ai giovani per i quali possiamo essere esempi positivi o negativi e per invitarli all’ascolto dei giovani che sono capaci di riflessioni profonde che spesso ci interrogano».

Oltre al discorso del sindaco sono stati letti gli interventi di Michela Milani capogruppo del Gruppo Consigliare di minoranza , di Edoardo Amisani , Capogruppo del Gruppo Consigliare di maggioranza,  del sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Gragnano – Alessandro Morganti – e Noemi De Bortoli e Asia Ferrari in rappresentanza degli studenti di Calendasco.

Gli stessi interventi saranno allegati alla delibera consiliare e fatti pervenire alla senatrice. Dal sindaco è giunto il ringraziamento a tutti i consiglieri senza distinzione, di maggioranza o di minoranza, che hanno immediatamente condiviso e fatto proprio lo spirito della proposta: «Non odiare, non vendicarsi ma nello stesso tempo non dimenticare», così come sempre ci invita a fare la senatrice a vita. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Al via lunedì 19 i test sierologici gratuiti e rapidi in farmacia per studenti e familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento