rotate-mobile
Attualità

«Su duecento domande solo 26 alloggi popolari disponibili: è emergenza abitativa»

L'Associazione "Rete" - Case Popolari esprime la sua preoccupazione

«In seguito all'annuncio di pubblicazione delle graduatorie per le case popolari (consultabili sul sito del Comune di Piacenza dal primo di agosto), viene sottolineata la disponibilità di soli 26 alloggi a fronte delle quasi 200 domande accolte», lo scrive in una nota l'associazione Associazione "Rete" - Case Popolari.

In una nota, Manuel Radaelli (Associazione "Rete" - Case Popolari) esprime la sua preoccupazione: «A fronte di una sempre costante mole di domande per l'assegnazione degli alloggi popolari, la disponibilità degli appartamenti ammonta a meno di trenta unità. Questo implica l'automatica esclusione dalla possibilità di avere una casa numerose famiglie del nostro territorio, con tutte le problematiche sociali che ne derivano».

«A Piacenza - continua il presidente dell'associazione - urge l'elaborazione di un piano per la costruzione di nuovi alloggi ERP, oltre a quelli già previsti dal PINQuA, i cui 14 alloggi previsti (senza barriere architettoniche) sono interamente destinati a famiglie con membri del nucleo affetti da disabilità. Un piano che alleggerisce il problema ma non lo risolve nel medio e lungo termine. Inoltre, i fabbricati già esistenti, come sappiamo, presentano i vari problemi legati all'età, come abbiamo spesso denunciato in passato».

Chiude Radaelli: «È opportuno la monitorazione attenta e costante della situazione di sottoutilizzo e sovrautilizzo degli alloggi già assegnati, in base alle leggi esistenti, onde evitare la preclusione degli stessi a famiglie che ne hanno bisogno, oltre che le ordinarie e periodiche verifiche sullo stato economico e familiare di chi ci vive. In conclusione, possiamo dire che anche a Piacenza siamo in una situazione di emergenza abitativa, la cui risposta da parte del Comune, della Regione e di Acer non deve farsi attendere».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Su duecento domande solo 26 alloggi popolari disponibili: è emergenza abitativa»

IlPiacenza è in caricamento