Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

Amilcare Zanella in tournée a Rio Janeiro, era il giugno del 1894

In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. Ce ne dà l'opportunità, il libro "Sei anni di vita piacentina (1894-1899) giorno per giorno", a cura di Corrado Sforza Fogliani e Antonietta De Micheli

GIUGNO ANNO 1894: Oblazione di 50 lire per l’affissione di 2 manifesti abusivi -  Onorato il 50esimo anno della morte di Garibaldi – Esce l’Indipendente – Amilcare Zanella in tournee a Rio Janeiro, Buenos Ayres, San Paulo – Cesare Filiberti sindaco di Piacenza. 

1 GIUGNO da "Libertà": "Ieri mattina, per citazione direttissima, doveva svolgersi il processo contro lo studente Dino Mazzoni, l'affissatore dei manifesti  contro il clero e la funzione del "Corpus Domini", apparsi giovedì  mattina sulle cantonate. Lo studente Mazzoni doveva rispondere di contravvenzione per non aver dato preventivo avviso all'autorità  di P.S. di quei cartellini che esso intendeva di esporre al pubblico. Esso, al fine di sottrarsi al processo ed alla vertenza di condono, fece, come è  permesso, una oblazione  di 50 lire, il massimo della multa per la contravvenzione e la sentenza non ebbe luogo.

Ricorrendo oggi l'anniversario della morte di Garibaldi, una rappresentanza della Società dei Reduci Garibaldi si reca a deporre una corona sul monumento posto sul piazzale della stazione. Dice alcune parole di occasione il sig. Benedetti. Alle ore 17,30 una comitiva di studenti del Liceo e dell'Istituto Tecnico depone ai piedi del monumento una corona di fiori freschi, avvolti da un nastro recante la scritta: "I giovani anticlericali a G. Garibaldi". Dopo alcuni discorsi, il gruppo si sposta davanti alla chiesa di S. Savino. Nasce un po' di contestazione con grida del tipo "Viva De Felice!", per cui vengono tratti in arresto due studenti, certi Francesco Magrini e Siro Medagliani.

3 GIUGNO. Da "Il Piccolo": "Abbiamo per caso, passando nella via S. Giacomo e Filippo, osservato nell'interno della casa Fassi un lavoro di pittura murale eseguito dal giovane nostropittore Pacifico Sidoli, che ci ha proprio fermato e con un certo soddisfacimento".

Esce il primo numero del giornale politico "L'Indipendente", diretto da Giovanni Bianchi, tipo G. Favari.

Da Il Progresso.I fatti di disordine del 1° giugno in occasione della commemorazione Garibaldi hanno portato Piacenza - città tranquilla e pacifica - è, giustamente, sotto la più dolorosa delle impressioni e si duole profondamente chiedendosi come si possano avverare tali scene di repressione, le quali sono fuori dai nostri costumi e che riempiono di dolore e di disgusto quanti, di qualsivoglia partito, non hanno ancora perduto l'ultimo briciolo di fede nei destini della libertà. Un'ultima osservazione: riservandoci a mente più calma altre osservazioni, questa non vogliamo tacere, che ieri, nel triste incidente, il contegno dei carabinieri fu da tutti trovato corretto e lodevole".

5 GIUGNO da "Libertà": "Il bravo e conosciuto pianista concittadino Amilcare Zanella, che riportò grandi trionfi nei migliori teatri d'Italia e dell'estero e che più volte ascoltammo e ammirammo al nostro Filodrammatico per accademie musicali, parte ora per l'America. Ildistinto e giovane concittadino, che ha ora appena 21 anni, va in unione al celebre maestro bolognese Mancinelli per dirigere e concertare spettacoli d'opera italiani nei teatri di Rio Janeiro, Buenos Ayres, San Paulo ecc. Non sarà di ritorno in patria che nel novembre".

Da "Il Progresso": "il  bravo salumiere-pizzicagnolo Benzi ha aperto un nuovo negozio, assai bello e ben fornito, sull'angolo della piazza S. Donnino, accanto al Caffè Lucinì".

6 GIUGNO. Da "Libertà": "Il bravo concittadino maestro Giuseppe Schiavi Corradi, già primo violino al nostro Municipale e professore alle nostre scuole di musica, che da vari anni trovasi a Parigi, amato e stimato dai musicisti di colà e che spesso dà alle stampe pregiati suoi lavori, ha ora composto un nuovo ed apprezzato lavoro per piano, pubblicato in una rivista musicale di Parigi e dedicato al concittadino Alfonso Fratus De Balestrini, amico suo carissimo, dal titolo Violette".

8 GIUGNO  da "Libertà": "Bei negozi di calzature. Oltre quello elegantissimo, apertosi pochi mesi or sono in via delle Saline, altro ben fornito e bel negozio di calzoleria venne aperto in via S. Raimondo nella bottega già occupata dall'ottico Galeotti".

10 GIUGNO Oggi, nella chiesa di S. Vincenzo diretta dal can. Fabbri, si celebra il 50° anniversario della fondazione, in Piacenza, del Collegio dei Fratelli delle Scuole Cristiane (che, viene ricordato, nell'occasione, furono fatti venire a Piacenza dal contemons. Domenico CigalaFulgosi per impartire l'istruzione elementare ai ragazzi). Per questa solennità il tempio è magnificamente addobbato ad opera del sig. Federico Luzzetti unitamente al sig. Carlo Polledri e ad Enrico Mezzadri. Sulla porta della chiesa si legge un'iscrizione di Giuseppe Nasalli. Alle dieci si celebra la messa solenne. Gli alunni del collegio, sotto la direzione del vice direttore Fratello Norberto, eseguono una messa a due voci - soprani e contralti - del maestro concittadino Davide Volpi. Il discorso è del can. Rossi.

Da "Il Progresso": "In questi ultimi giorni è sorto nella nostra città (o meglio, è risorto) il Circolo Democratico della gioventù. Ieri, nei locali del circolo posti in via S. Donnino n. 17, ebbe luogo la prima assemblea dei soci".

Il Consiglio Comunale non è in numero sufficiente per eleggere il sindaco. Prende atto delle dimissioni dell'ex-sindaco Quadrelli anche dalla carica di consigliere comunale. Elegge poi la Commissione d'ornato e provvede ad altro, di ordinaria amministrazione.

14 GIUGNO Il Consiglio Comunale elegge Sindaco l'assessore dott. Cesare Filiberti, con 20 voti su 21 votanti.

...confrontando la cronaca di allora con quella di oggi possiamo dire di essere diversi?  Alla domanda il prof. Ferdinando Arisi in occasione di una precedente cronologia degli stessi autori, rispondeva che ci sono motivi per pensarlo, ma non ne mancano per negarlo. Siamo migliori? "Forse che sì forse che no", com'è scritto nella pietra d'angolo d'una bella casa di via Campagna”.

ore 7-3

Giugno-3

Accadde giorno per giorno, 120 anni fa

" In un mondo che va forte, troppo; che pretende di continuare a voltare pagina senza fermarsi a pensare, può valere la pena di riflettere su briciole di fatti accaduti oltre 120 anni fa. C'è ne da l'opportunità il libro ""Sei anni di vita piacentina (1894-1899) giorno per giorno"", a cura di Corrado Sforza Fogliani e Antonietta De Micheli "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento