Lunedì, 21 Giugno 2021
Libri piacentini

Opinioni

Libri piacentini

A cura di Renato Passerini

"Il mio viaggio a Piacenza e nelle valli"

La nostra sezione Cultura, curata dal giornalista Renato Passerini, dedica questo spazio alla segnalazione e recensione di libri piacentini. Ne entrano a far parte le opere che trattano argomenti riguardanti la nostra provincia: geografici, storici, ambientali, economici, urbanistici, folcloristici, ecc.; a queste si aggiungono i libri e le recensioni di autori piacentini, per nascita o per adozione, e i cataloghi delle esposizioni allestite sul territorio provinciale. Saggi e recensioni di amici del nostro blog

Oggi segnaliamo come libro virtuale, www.facebook.com/mikilaviaggiatrice/: blog turistico-culturale di Michela Anselmi che utilizza la tecnologia digitale per raccontare aspetti della struttura del territorio piacentino, del suo paesaggio urbano contemporaneo o plasmato da secoli di storia: spazi ed edifici pubblici, palazzi, case e fabbriche, quartieri e parchi ecc...

Michela e il geologo Riccardo Rocca (del quale abbiamo di recente pubblicato la ricerca “La chiesa scomparsa di San Salvatore” hanno realizzato una mappa interattiva di Piacenza da guardare su PC, ma ancora meglio su smartphone e tablet (perché così la si può utilizzare direttamente sui luogo di interesse). La mappa riconosce la posizione dell’utente, quindi mostra il luogo dove si trova.

Sulla mappa sono ubicate delle stelline colorate, in corrispondenza di alcuni edifici storici: rosse per le chiese, blu per i palazzi e verdi per il resto. Premendo su una stellina si apre il post relativo a quel luogo ed è possibile accedere direttamente alla sua scheda di approfondimento. Particolare risalto è dato alle chiese scomparse, con le schede di Armando Siboni e Pier Maria Campi, un contesto di edifici che non esistono più e che riescono ad essere identificati grazie alle descrizioni nei libri scritti dai due personaggi storici.

Come sfondo della mappa si può mostrare lo stradario cittadino o la vista satellitare, oppure una mappa tematica che mostri le chiese antiche, i canali dell’800, le cinte murarie, le fortificazioni esterne dell’800, il limite della Tagliata.

Si tratta di uno strumento che aiuta a visitare la città, mostrando i punti di interesse della zona in cui ci si trova, assieme ad alcuni elementi topografici storici (mura, canali). Nella figura sono mostrate le principali funzioni disponibili. La mappa è accessibile direttamente dal link: www.rebrand.ly/Piacenza_WalkMap.

2-30

CONOSCIAMO GLI AUTORI

Mi chiamo Michela Anselmi ed ho una grande curiosità per la storia della nostra città dai tempi dei romani ad oggi. Così ho deciso di creare questo blog per tanti che come me non sono a conoscenza di tante parti nascoste e misteriose del nostro municipio.

La conoscenza con Riccardo Rocca è avvenuta tramite il blog proprio grazie alla sua abilità nel creare versioni in 3d di ciò su cui ho creato un post e via via aggiungendo anche le mappe virtuali, ultima utilissima creazione a disposizione dei cittadini. Potranno sicuramente esserci anche altre idee che nasceranno nel tempo

Mi chiamo Riccardo Rocca e sono appassionato di mettere le cose in mappa. Questa era un’attività fondamentale nella mia professione di geologo e ultimamente la sto applicando anche ai monumenti cittadini. Mi piace anche sperimentare con gli strumenti disponibili su internet, che permettono di condividere le rappresentazioni grafiche con un vasto pubblico. Questa mappa è un po’ il frutto del confinamento di questi ultimi mesi, in cui ho raccolto varie mappe storiche di Piacenza ed ho imparato a comporle assieme su internet, rendendole disponibili sul telefono e mostrando la propria posizione sopra di esse. Trovo che in questo modo sia molto più facile utilizzare le informazioni delle tradizionali mappe di carta, per orientarsi e approfondire la storia cittadina. Con questo strumento è molto più facile riconoscere sul posto quegli elementi della città di cui spesso si è sentito parlare, ma che non è così ovvio ubicare per chi non sia uno specialista: le cinte di mura, i canali, le chiese scomparse.

Ho conosciuto Michela leggendo il suo blog su Facebook. Dopo qualche tempo ho cominciato a pensare a come rendere facilmente accessibili tutti i post che produce quotidianamente, e questo mi ha dato l’impulso per mettere in ordine le mappe che avevo raccolto e farne uno sfondo su cui ubicare le descrizioni dei tanti monumenti storici da lei prodotte.

Per il futuro, rimane ancora molto lavoro per aggiungere i numerosi post di Michela e qualche altra mappa tematica. Ma intanto mi piacerebbe che questo strumento venisse conosciuto e potesse risultare utile per i piacentini curiosi della storia della città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

"Il mio viaggio a Piacenza e nelle valli"

IlPiacenza è in caricamento