rotate-mobile
Cronaca

Wi-fi a Piacenza, arriva l'ampliamento del servizio: sei nuove zone

Piazza Cittadella, giardini del Colombini, via Einaudi, università Cattolica, Farnesiana e palazzetto dello sport di via Alberici. Sono questi gli "spot" 2009 che avranno la copertura wi-fi. Dallo scorso anno si sono registrati 4mila utenti, per 33mila connessioni. La sorpresa: più 40enni che 20enni iscritti. L'utente più "comune" è maschio, ha una professione dipendente ed è diplomato

assessore-katia-tarasconi«Aaa cercasi sponsorizzazione per servizio wi-fi giovane e carino, astenersi perditempo». Non l’ha detto proprio così, l’assessore comunale all’Innovazione Katia Tarasconi, ma il succo è questo. L’internet senza fili del Comune - chiamato "Guglielmo" - amplia le zone del servizio. Sei, per la precisione: piazza Cittadella, giardini del Colombini, via Einaudi, università Cattolica, Farnesiana e palazzetto dello sport di via Alberici. È la fase due del progetto, già messa a bilancio nel 2008, che si realizzerà entro fine luglio. I soldi, dunque, ci sono già. Ma se qualche privato volesse investire in visibilità - spazio sui link, sui totem, sulle tessere - è ben accetto.  

30MILA EURO ANNUI IL COSTO DI MANUTENZIONE: CERCASI SPONSOR - Il punto è stato fatto stamattina da Tarasconi in una conferenza stampa a palazzo Mercanti. L’offerta minima degli sponsor dovrà essere di 5mila euro, fino a 30mila. Il logo potrà essere inserito in tutto ciò che gravita attorno alla rete wi-fi, dal link su internet ai totem informativi, avendo buona visibilità. Il servizio, al Comune, solo di manutenzione costa 30mila euro l’anno. 41mila euro, invece, costerà attivare i nuovi punti che si aggiungono ai sei già presenti dal 27 giugno 2008. «I soldi sono già stati stanziati - spiega l’assessore -. La nostra idea è che qualche azienda copra con la propria sponsorizzazione la rete, in modo da poter liberare risorse per altre cose. Il bando è aperto fino al 14 luglio».

I NAVIGATORI PIU' "NAVIGATI"? DAI 30 AI 50 ANNI - Ed è stato dato anche qualche numero sulla fruizione, finora, del servizio dall’estate del 2008. Sono quasi 4mila gli utenti registrati, per 33mila connessioni totali. La gente è rimasta collegata per 21mila ore in totale. Il profilo più comune del navigatore è: maschio, lavoratore dipendente, con diploma e tra i 30 e i 50 anni. Contrariamente a quanto si sarebbe potuto pensare, non sono gli adolescenti a farla da padrone. E nemmeno gli studenti. Un calcio al digital divide, quindi.

MAI PIU' SENZA TESSERE - Come avevamo documentato sul nostro giornale, nei mesi scorsi c’era stata qualche difficoltà nel reperimento delle tessere d’iscrizione, che permettono di loggarsi alla rete, chiamata “Guglielmo”, con username e password. Un caso che «non si ripeterà più», assicura l’assessore Tarasconi, «poiché si era trattato di un problema della stampa di un logo» sulle card. Tessere sempre presenti, quindi, d’ora in poi.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wi-fi a Piacenza, arriva l'ampliamento del servizio: sei nuove zone

IlPiacenza è in caricamento