rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Amatrice, terminato il ponte dei soldati piacentini. Mercoledì l'inaugurazione

Il ponte Bailey costruito dai genieri piacentini è terminato. Il ponte sarà operativo per mercoledì. Il lavoro dei soldati del 2° reggimento Genio pontieri, inviati ad Amatrice (Rieti) dopo il terremoto, ha visto la luce

Il ponte Bailey costruito dai genieri piacentini è terminato. Il ponte sarà operativo per mercoledì. Il lavoro dei soldati del 2° reggimento Genio pontieri, inviati ad Amatrice (Rieti) dopo il terremoto, ha visto la luce. Un lavoro duro, dalla mattina alla sera, e appassionante seguito passo passo dagli abitanti della zona che hanno dimostrato più volte il loro apprezzamento ai genieri. Un’opera svolta con professionalità, che servirà a rendere di nuovo transitabile una strada a chi abita nella zona devastata dalle scosse sismiche.
Il ponte dovrebbe consentire il passaggio a mezzi fino a 30 tonnellate di peso. Dopo il collaudo, il Bailey sarà aperto al traffico.
Non si sono risparmiati gli uomini e le donne della compagnia del 2° Pontieri di Piacenza, al comando del tenente Stefano Di Biagio. Gli specialisti del Genio hanno dapprima eseguito i lavori preparatori di sistemazione del terreno e delle sponde del corso d’acqua, poi hanno iniziato il montaggio dei moduli - travi reticolari in acciaio ed impalcati con assi di legno - che al termine hanno composto il ponte.

Non è la prima volta che i pontieri vengono impegnati per operazioni di soccorso alle popolazioni colpite da gravi calamità in Italia.
Oggi 3 settembre, intanto, ad Amatrice è stato inaugurato il ponte in località Tre Occhi, varato dai genieri del 6° reggimento pionieri di Roma. Insomma, genieri sugli scudi, anche se in un momento triste.

E il capo di stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, si è complimentato, attraverso un tweet, con il personale dell'arma del Genio per la preziosa attività svolta ad Amatrice per consentire il ripristino della viabilità. La scorsa settimana, Graziano si è recato nelle aree colpite dal grave sisma dove fin dalle prime ore successive al grave disastro naturale sono all'opera oltre 1300 uomini e donne delle Forze armate che lavorano fianco a fianco a protezione civile, vigili del fuoco, polizia, volontari dimostrando come ha sottolineato il capo di Smd che «il sistema Paese ha funzionato».

Amatrice, pontieri piacentini al lavoro ©Stato Maggiore Esercito

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amatrice, terminato il ponte dei soldati piacentini. Mercoledì l'inaugurazione

IlPiacenza è in caricamento