Archeologia turistica: i bar-ristoranti sulla Bobbio-Varzi

Quanta "archeologia turistica" e degrado si possono ammirare a Bobbio e dintorni, ad esempio lungo i 27 chilometri della strada provinciale 461 Bobbio-Passo Penice–Varzi

Non racconterò ancora una volta che "contenitore" di bellezze naturali, di monumenti, di storia e di grandi artigiani sia stato e lo sia ancora oggi la città di Bobbio. Con tristezza stendo un velo pietoso sulla ex Colonia Carenzi e sulla telenovela Terme. Faccio memoria invece di quanta "archeologia turistica" si possa ammirare nel capoluogo e nei dintorni, ad esempio lungo i 27 chilometri della strada provinciale 461 Bobbio - Passo Penice – Varzi. A 5 chilometri circa da Piazza San Francesco in centro storico, esisteva la Osteria della Valle, due chilometri oltre c'era quella di Vaccarezza, denominata "da Balin" la signora che la gestiva; oggi in Località Sassi Neri è attivo un bell'Albergo che ha scelto un programma di apertura personalizzato.

Al Passo del Penice, chilometro 12 dal capoluogo, si incontrano il fu notissimo Albergo Buscaglia, diventato successivamente "Replica", da anni chiuso. Sul piazzale è invece aperto tutto l'anno Bar Ristorante " lo Scarpone"; appena sopra in direzione del Santuario era famoso il ristorante “La Genzianella", che però è chiuso. Proseguendo in territorio pavese il viaggiatore si imbatte in un bel complesso edilizio sulla facciata del quale si legge " Bar Ristorante Tre Passi", aimè anche questo da anni chiuso. Qualche chilometro e fra i rovi occhieggiano i ruderi di una cantoniera, una bella villetta, alla Giarola era attiva una trattoria. Chiuso anche li. Fino a Varzi nessuna possibilità ai turisti di prendere un caffè o di mangiare un panino.

Questa la situazione della ricettività turistica sul tracciato Bobbio-Varzi alla quale è da aggiungere il fiore all’occhiello del degrado in cui versa il piazzale del Passo e, nella sua totalità, la strada provinciale  461.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento