menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Repertorio)

(Repertorio)

Consorzio di Bonifica: «Efficienza e sicurezza. Il clientelismo dei sindacati non ci interessa»

Nel suo intento di migliorare continuamente la propria azione il Consorzio si trova spesso a doversi confrontare con sindacati dei lavoratori la cui unica preoccupazione è quella di tenere ingessata la situazione esistente per difendere privilegi e posizioni acquisite

«Il Consorzio di Bonifica in relazione alla nota del segretario FLAI CGIL di Piacenza – Paolo Chiappa – intende respingere come strumentali le dichiarazioni inviate alla stampa. Le richiamate dichiarazioni del Presidente Zermani erano indirizzate in particolare al torrente Arda, la cui gestione non compete al Consorzio e che presenta forti criticità nel trasportare le acque del suo bacino idrografico poiché negli anni non è stato oggetto di manutenzione, argini inclusi, mettendo spesso in pericolo  il territorio circostante». Lo scrive, in una nota ufficiale, il consorzio di bonifica di Piacenza.

«L’integrazione dei distretti di bonifica e di irrigazione Arda e Basso Piacentino - si legge nlla nota - va nella direzione di  prendere atto che ci si trova di fronte ad un unico bacino idrografico e idraulico che va dalla diga di Mignano, scendendo lungo il corso dell’Arda fino al Po. Tale comprensorio costituisce un areale unico ed omogeneo sotto il profilo dell’assetto idraulico e dello svolgimento dell’attività di bonifica. Inoltre in ambito di irrigazione l’area è stata oggetto di studio e pianificazione e di un progetto di interconnessione del sistema irriguo Arda-Basso Piacentino. L’integrazione consentirà pertanto una migliore gestione complessiva dell’intero comprensorio rendendo più efficiente ed efficace l’azione del consorzio e una migliore ottimizzazione delle attività del personale e dei mezzi d’opera».

Conclude il consorzio: «Nel suo intento di migliorare continuamente la propria azione il Consorzio si trova spesso a doversi confrontare con sindacati dei lavoratori la cui unica preoccupazione è quella di tenere ingessata la situazione esistente  per difendere privilegi e posizioni acquisite. Tutto ciò invece di adoperarsi per migliorare la funzionalità dell’ente in cui i dipendenti lavorano creando anche le condizioni affinché i più meritevoli vengano premiati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino 77 nuovi casi e sette decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento