E il sindacato di polizia fa volantinaggio: dal Governo, nessuna risposta

Protestano contro i tagli alla categoria e alla mancate risposte del Governo sui rinnovi contrattuali. Sono gli agenti del Sindacato Italiano Appartenenti alla Polizia. A Piacenza, distribuiscono volantini: i nostri bagni? Incompleti perchè sono finiti i soldi

L'ultima manifestazione Siap a Roma
Giornate di mobilitazione per il Siap, il Sindacato Italiano Appartenenti alla Polizia. Fino alle 13 di oggi, la sezione di Piacenza distribuirà volantini davanti alla Questura di viale Malta e in altre zone della città per protestare contro la mancata presa di posizione del Governo sui tagli e sul rinnovo contrattuale.
“Dopo il recente incontro con il Governo in occasione del disegno di legge finanziaria e dopo l’incontro con il ministro dell’Interno, si è potuto prendere atto, ancora una volta, che da parte del Governo non sono giunte risposte concrete” dichiarano le segreterie nazionali Siap, Siulp, Sap, Coisp, Ugl.

Questa sera, poi, riunione sindacale per discutere sullo stato di agitazione proclamato a livello nazionale. “Ci organizzeremo per effettuare atti democratici di protesta in riferimento a quanto già denunciato pubblicamente  anche  attraverso varie interrogazioni parlamentari effettuate negli anni dagli On. Foti, Polledri e Turco” dichiara la segreteria provinciale Siap. Il problema in questione, secondo la denuncia, è che “a noi lavoratori poliziotti è ancora negato il diritto di sciopero regolamentato che garantisca comunque i servizi essenziali”.

I bagni della Stradale
Puntano i piedi anche sulla mancanza di fondi, gli agenti piacentini e allegano tanto di fotografie. “I nuovi bagni” scrive una nota Siap, “causa mancanza di fondi non  sono completati, rischiando così di far disperdere capitali pubblici per la mancata realizzazione (mancano gabinetti, rubinetti e porte)”. Anche all’interno della sede della Stradale, esiste  “un ascensore funzionante e costoso in un’area inaccessibile e inutilizzabile, senza parlare poi di una sala operativa oramai obsoleta”.

Il 15 ottobre prossimo, sit-in davanti al Viminale, a Roma. I colleghi della Forestale, contemporaneamente, hanno fatto sapere di protestare davanti al dicastero delle Politiche Agricole e la Polizia Penitenziaria, si accamperà davanti al ministero della Giustizia. La mobilitazione generale nazionale di categoria, invece, è prevista sempre a Roma per il prossimo 28 di ottobre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento