Furti in villa, banda di ladri professionisti braccati dai carabinieri: quattro arresti

I carabinieri dell'Aliquota Operativa del Norm di Piacenza hanno arrestato quattro ladri professionisti che nel solo pomeriggio del 5 dicembre erano riusciti a mettere a segno tre colpi ad Ancarano. La refurtiva è stata tutta recuperata e sarà restituita

Alcuni gioielli trovati addosso ai ladri

Li hanno braccati nel buio e arrestati dopo il terzo colpo in villa ad Ancarano. In manette sono finiti quattro ladri professionisti tutti con precedenti o pregiudicati che ora sono in carcere accusati di furto aggravato in abitazione, su disposizione del pm Roberto Fontana. Si tratta di tre albanesi di 32 e 34 anni residenti in città e nel Milanese e di un piacentino di 55 di Podenzano. Ad arrestarli i carabinieri dell'Aliquota Operativa del Norm di Piacenza, guidati dal luogotenente Ercole Dallospedale nel tardo pomeriggio del 5 dicembre con i militari di Rivergaro e quelli della stazione di San Giorgio. 

La banda si serviva di due auto, una Seat Altea e di una Fiat Croma, ed erano forniti di flessibile, piede di porco e di decine di arnesi da scasso. Nel pomeriggio del 5 dicembre, passando per i campi si sono introdotti in tre villette della frazione razziandole di gioielli e capi di abbigliamento griffati ma quando sono usciti dalla terza abitazione ad attenderli c'erano i carabinieri che li hanno bloccati in flagranza. I quattro sono sospettati anche di altri furti messi a segno negli ultimi giorni a Travo, Rivergaro e Carpaneto. La refurtiva, di un valore di più di 5mila euro, è stata tutta recuperata e sarà restituita. 

I quattro, fanno sapere dell'Arma, sono veri e propri professionisti del furto. Hanno preso di mira case isolate e dopo essere passati per i campi per non essere visti, si sono introdotti all'interno forzando porte o finestre sul retro. Una volta dentro hanno rovistato ovunque in pochi minuti riuscendo a trovare e a portare via oggetti di valore ma questa volta è andata male e sono stati arrestati. «La collaborazione dei cittadini è fondamentale tanto quanto la tempestività nel dare l'allarme alle forze dell'ordine. Faremo di tutto per proteggere i piacentini», ha dichiarato il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Corrado Scattaretico. 



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento